Categorie Mamma

Tutti invitati in sala parto: la nuova moda si chiama Crowdbirthing

È la nuova moda in Inghilterra, dove ad ogni parto assistono in media almeno otto persone: la nascita è destinata a diventare sempre più social?

Se non avete mai sentito parlare di Crowdbirthing è davvero arrivato il momento di aggiornarvi, almeno per non rimanere senza parole se mai doveste ricevere da una delle vostre più care amiche quest’invito davvero molto speciale.

Cos’è davvero il Crowdbirthing?

È una nuova moda che arriva direttamente dall’Inghilterra, secondo la quale pare che sia particolarmente cool invitare amici e parenti ad assistere ad un momento normalmente considerato piuttosto intimo, cioè il travaglio ed il parto: il tutto, ovviamente, rende l’evento particolarmente social, con foto condivise in tempo reale sui profili dei partecipanti e, ovviamente, con l’immancabile selfie di gruppo col nuovo arrivato.

Secondo un sondaggio del sito inglese Channel Mum, effettuato su un campione di oltre 2.000 mamme, negli ultimi anni è aumentato il numero di persone che accompagnano la futura mamma nel momento del parto. Se infatti fino a qualche anno fa avevano normalmente accesso alla sala parto solo il marito o il compagno, ed al massimo la mamma o la sorella, negli ultimi anni le neo-mamme, soprattutto quelle più giovani, le teenager e le ventenni, hanno preso l’abitudine di invitare in media otto persone tra amici e parenti, estendendo l’invito, in alcuni casi, anche ad un un fotografo professionista, per immortalare al meglio il momento della nascita.

La notizia sta facendo il giro del web: molti si scandalizzano, molti si domandano se non sia meglio che certe cose rimangano private, condivise solamente con il proprio compagno, o con gli affetti più cari, come la propria madre o la propria sorella, molti si chiedono che cosa ci sia di male nel volere accanto a sé i propri amici più cari in un momento di immensa gioia come quello della nascita di un figlio. E poi ci sono quelli come me, che a scopo preventivo cominciano già a pensare alle migliori scuse per poter rifiutare con eleganza l’invito di una amica alla sua festa privata in sala parto…

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *