Categorie Notizie

La sposa è in ritardo, il prete perde la pazienza e abbandona la chiesa

Una sposa troppo ritardataria fa perdere la pazienza al parroco, che abbandona la chiesa e rischia di mandare a monte le nozze

In ogni matrimonio che si rispetti c’è una chiesa gremita di amici e parenti, uno sposo nervoso e agitato che attende con ansia la sua amata sull’altare, e, ovviamente, una sposa in ritardo, che lascia tutti quanti ad aspettare, come vuole la tradizione. Quello che, però, la tradizione non prevede è la possibilità che il ritardo della sposa sia tale da far perdere la pazienza al prete che deve officiare il rito, il quale per tutta risposta decide di abbandonare chiesa e altare, rischiando di mandare definitivamente a monte le nozze.

Sembra assurdo, eppure è accaduto davvero, in un caldo pomeriggio di fine luglio, nella parrocchia di San Nicola di Bari a Ostia. Fa sorridere l’idea di una sposa abbandonata sull’altare non dallo sposo, ma dal parroco: eppure, siamo quasi certi che gli sposi, in quella situazione, avranno riso davvero poco.

È il 23 di luglio, e alle 17.30 nella chiesa di San Nicola di Bari ad Ostia è prevista la celebrazione del matrimonio tra Cintia e Gabriele, che verranno sposati da Don Stefano. Amici e parenti ci sono tutti, Don Stefano è già pronto dietro l’altare, e Gabriele, un pò teso, non aspetta altro che di vedere la sua fidanzata in abito bianco mentre entra in chiesa, pronta a diventare sua moglie.

La sposa, come vuole la tradizione, è in ritardo.

A quanto pare, però, il ritardo di Cintia è dovuto a un contrattempo, del quale però la ragazza non avvisa nessuno, e che la fa arrivare all’altare con più di mezz’ora di ritardo, quando sono le 18.00 passate. Ad attenderla, oltre ad amici, parenti e fidanzato una brutta sorpresa: Don Stefano, spazientito dal ritardo, è andato via, abbandonando la coppia senza dire niente, e rendendo di fatto impossibile la celebrazione del matrimonio.

Don Stefano si è giustificato dicendo che aveva un altro impegno per le 19.00, e che era stato costretto ad andare via, anche perché il tempo a disposizione era ormai troppo poco per riuscire a celebrare il matrimonio.

Gli sposi pare siano rimasti davvero molto delusi dal comportamento del sacerdote, anche se, fortunatamente, grazie all’intervento di Don Mario, il parroco della chiesa di San Nicola di Bari ad Ostia, il matrimonio è stato comunque celebrato, alle 19.00 invece che alle 17.30. È proprio il caso di dire: meglio tardi che mai!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *