Categorie Moda

Panico da colloquio lavorativo: consigli per un abbigliamento perfetto

Qualche consiglio di stile per fare una bella impressione al colloquio di lavoro dei vostri sogni!

Al giorno d’oggi, ottenere un colloquio di lavoro, magari nel settore da sempre desiderato, non è più così semplice. Ecco perché è necessario battere la “concorrenza” utilizzando più armi possibili. Certo, bisogna sempre puntare sulle proprie capacità e conoscenze, ma per il primo colloquio una gran parte la fa l’immagine che si presenta, poiché si sa, “la prima impressione è quella che conta!”

Proprio per questo motivo l’abbigliamento per un colloquio di lavoro va studiato attentamente, per cercare di evitare quegli errori che potrebbero compromettere l’andamento del colloquio. Il primo passo verso la scelta dell’abbigliamento è quello di valutare la tipologia di azienda presso cui si svolgerà il colloquio. Sostanzialmente potremmo dividere i vari ambienti lavorativi in tre grandi gruppi: ambiente lavorativo formale, ambiente lavorativo informale e ambiente lavorativo creativo. Ma vediamoli con ordine…

Ambiente lavorativo formale

Ci sono alcune aziende che richiedono esplicitamente un abbigliamento professionale e serio.Evitate il total look nero, ma cercate di rimanere su tonalità di colori neutre, magari spezzando con il bianco o il grigio. Assolutamente da evitare sono le minigonne e gli abiti appariscenti. Sì alla gonna, ma solo se longuette. Se volete andare sul sicuro indossate un paio di pantaloni dal taglio classico. Abbinateli a: blouse chiara, shopping bag spaziosa e scarpa classica a stiletto. Assolutamente poco appariscenti ma molto professionali. Attenzione al make up: non deve essere esagerato, quindi niente mascheroni e rossetti dalle nuances shock. Optare per un trucco naturale vi farà sicuramente fare una bella impressione.

abbigliamento-colloquio-lavorativo-formale

Ambiente lavorativo informale

In questo caso si può osare un pochino di più, ma siate parsimoniose con i dettagli. Dovrete sempre mantenere una distaccata professionalità, ma sicuramente si può essere più libera nella scelta degli abiti rispetto alla situazione precedente.

L’ideale sarebbe un paio di skinny jeans neri abbinati ad una scarpa decisamente meno impegnativa, magari con il tacco spesso. Cercate, anche in questo caso, di non utilizzare colori sgargianti, rimanendo sulle tonalità neutre, ma perché no, abbinate a dettagli color pastello. Il make up deve essere sempre naturale, per non dare un effetto artefatto. Siate abbondanti con il mascara e, magari, applicate un po’ di rossetto, sempre in nuances naturali.

abbigliamento-colloquio-informale

Ambiente lavorativo creativo

Questo è l’unico settore in cui fin dal primo colloquio lavorativo si può osare di più, per cercare, appunto, di fare emergere il lato creativo che c’è in voi. Si sa, il mondo dei creativi è quello più bizzarro e sicuramente dei dettagli più appariscenti (ma non troppo) verranno apprezzati al cento per cento. Siate creative a più non posso, cercando di non esagerare per evitare di apparire come dei fenomeni da baraccone. Sì ai colori, no agli abbinamenti bislacchi (non vorrete mica assomigliare ad arlecchino vero?). Il make up deve essere in ogni caso naturale, tuttavia potete osare utilizzando delle nuances più forti per il rossetto.

abbigliamento-colloquio-lavoro-creativo

Ricordate di essere voi stesse anche nella scelta dell’abbigliamento e di far vedere fin da subito qual è il vostro valore. Siete preziose, e quindi cercate di far emergere le vostre qualità anche attraverso la vostra immagine. Perché è importante essere, ma in certi casi, anche l’apparire è fondamentale.

Buona fortuna!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *