Categorie Mamma

Un cellulare per bambini: chiamare la mamma è un utile gioco

Sei preoccupata perché il tuo bambino usa spesso il tuo smartphone per giocare? Arriva bPhone, il cellulare a misura di bambino

I bambini ci osservano e, soprattutto, tendono ad imitarci. Non stupisce quindi che le case produttrici di giocattoli continuino a mettere sugli scaffali dei negozi prodotti che riproducono oggetti comunemente utilizzati dagli adulti (trapani, aspirapolvere, cucine) e che da qualche anno anche il settore della telefonia e dell’informatica si interessi ai più piccoli, proponendo soluzioni a loro dedicate. Tra queste è ormai in vendita da un anno, il bPhone, un telefono cellulare per bambini dai 36 mesi in su.

Un cellulare per giocare e imparare…

Il bPhone è stato progettato per essere totalmente a misura di bambino: piccolo, colorato e, assicurano, sicuro. Ha una forma tondeggiante che ispira subito simpatia e richiama il design tipico dei giochi infantili. Sul dispositivo sono presenti solo quattro tasti: tre, a forma di stella, cuore e triangolo, possono essere abbinati a numeri telefonici mediante una semplice configurazione da effettuarsi via sms. Al piccolo basterà poi premerne uno per telefonare alla mamma in ogni momento. Il quarto tasto consente invece l’avvio di una chiamata ai numeri di emergenza nazionale. Ovviamente non mancano il tasto per la risposta e quello per porre fine alla telefonata. Insomma, un telefono in versione semplificata, perfettamente funzionante, come quello di mamma e papà. Alla base del progetto c’è però anche un intento educativo, non possiamo nasconderci il fatto che i bambini, fin dalla più tenera età, entrano in contatto con i device dei genitori, come tablet e smartphone, e che spesso sono in grado di maneggiarli con una padronanza che supera la nostra, così accedendo, senza il nostro diretto controllo, a tutta una serie di contenuti e applicazioni non pensate per la loro età e quindi potenzialmente dannose. Un prodotto dedicato, invece, permette ai bambini di scoprire ed esplorare in tutta tranquillità, sotto l’occhio sempre presente del genitore.

…e un dispositivo di sicurezza

Il bPhone è stato concepito con una duplice intenzione, non solo simpatico ed avanzato gadget, ma soprattutto dispositivo di sicurezza. Il cellulare mira a risolvere il problema della rintracciabilità del pargolo in ogni momento della giornata. Se da un lato potrebbe sembrare eccessivo, data la tenera età dei destinatari del prodotto, è innegabile il vantaggio per quanti, lontano da casa per lavoro o altre ragioni, potranno contattare direttamente il piccolo, così mantenendo un legame diretto con lui. Inoltre, inviando un sms da uno dei numeri in precedenza autorizzati, sarà possibile ricevere sul proprio smartphone un link con la posizione del bambino, localizzandolo con uno scarto di pochi metri.

Il tocco in più: l’attenzione alla salute

L’azienda produttrice sembra aver pensato a tutto. Tra gli aspetti da non sottovalutare di questo cellulare ci sono senza dubbio: la batteria di lunga durata, che copre quasi due settimane, e la grande attenzione alla salute dei piccoli utilizzatori. Il dispositivo è concepito in modo che le radiazioni siano ridotte al minimo e l’antenna non è stata inserita a diretto contatto con la testa, ma è schermata dagli altoparlanti. Inoltre è stato messo in vendita anche il modello bPhone U10+, che è interamente sottoposto ad un trattamento antibatterico che impedisce il depositarsi di microbi e sporcizia sulla superficie.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *