Categorie Benessere

Esami e visite di controllo, ecco quali aiutano a prevenire le malattie

La prevenzione delle malattie è possibile seguendo uno stile di vita sano e sottoponendosi ad esami e visite di controllo periodiche mirate

Tutti i medici sono ormai concordi nell’affermare che il modo migliore per riuscire a combattere efficacemente le malattie sia cerare il più possibile di prevenirle, prima di tutto conducendo uno stile di vita sano, ed in secondo luogo sottoponendosi periodicamente ad esami e visite di controllo, fondamentali per una eventuale diagnosi precoce.

La prevenzione è qualcosa di estremamente importante, alla quale tutti dovremmo cercare di abituarci: esistono infatti esami e visite che tutti dovrebbero cercare di fare periodicamente, ed altri tipi di analisi specifiche che sono fortemente consigliate a partire da una certa fascia di età, oppure nel caso in cui in famiglia si abbiano altri casi di determinate malattie. Ovviamente, è importante che la scelta delle visite e delle analisi a cui sottoporsi periodicamente venga condivisa con il medico di base, che saprà sicuramente consigliarci quando è il momento di fissare un appuntamento con uno specialista.

Esami e le visite di controllo da fare una volta all’anno

Tutti gli anni, bisognerebbe prendere l’abitudine di sottoporsi ad esami e visite di routine: un eventuale cambiamento rispetto all’anno precedente, infatti, è sicuramente un segnale da non prendere sotto gamba, che molto probabilmente bisognerà approfondire con una visita specialistica mirata.

Ogni anno va effettuato un esame del sangue e delle urine completo, per controllare che tutti i valori siano regolari e in linea con quelli dell’anno precedente; per tutte le donne che prendono la pillola, salvo diversa indicazione del medico di base o del ginecologo, è importante anche tenere sotto controllo il corretto funzionamento della tiroide, aggiungendo quindi ai normali esami del sangue anche una verifica dei valori ormonali.

Per chi porta gli occhiali, e passa molte ore davanti al computer, sia per lavoro che per hobby, almeno una volta l’anno bisognerebbe fare un controllo completo della vista, con una verifica approfondita sia del fondo dell’occhio che della pressione oculare.

Altro appuntamento da non mancare è quello con il dentista: a seconda delle caratteristiche dei propri denti, una o due volte l’anno bisognerebbe effettuare una seduta di igiene dentale per la rimozione del tartaro, durante la quale si potrà anche verificare che non si siano formate piccole carie sulle quali è necessario intervenire.

Periodicamente è bene controllare anche la pressione, tenendo monitorati eventuali sbalzi, se è troppo alta o troppo bassa, tenendone opportunamente informato il medico curante.

Una volta l’anno, non dimentichiamoci di fissare una visita di controllo dal nostro ginecologo, a maggior ragione se facciamo uso di anticoncezionali ormonali: sarà l’occasione per un controllo completo, che dovrebbe comprendere anche una palpazione del seno, per verificare che sia tutto in ordine.

Appuntamenti importanti da non perdere per nessun motivo

Superata una certa età, o nel caso in cui nella storia della propria famiglia ci siano precedenti di malattie gravi, è necessario sottoporsi a degli screening mirati, studiati appositamente per permettere una eventuale diagnosi precoce, determinante per intraprendere per tempo un percorso terapeutico e di cure che può davvero salvarci la vita.

Per noi donne è particolarmente importante lo screening per la prevenzione dei tumori al collo dell’utero e al seno: a partire dai trent’anni circa, in accordo con il proprio ginecologo, ogni due anni è bene effettuare un pap-test, e sarebbe ideale, effettuare una autopalpazione del seno più volte durante l’anno, avvisando il proprio medico di base, o il ginecologo, nel caso in cui si rilevasse qualcosa di stano. A partire dai quarant’anni, invece, è bene sottoporsi annualmente ad una ecografia al seno, ma l’esame è da effettuare anche dai più giovani se in famiglia ci sono casi precedenti di noduli o di tumore al seno.

Da concordare a parte con il medico curante e con lo specialista, invece, eventuali esami di controllo per l’apparato digerente, ma solo se si è affetti da particolari patologie, o se in famiglia ci sono già stati precedenti di malattie gravi.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *