Categorie Coppia

Otto segnali per capire se una storia non funziona

Ecco i segnali da non ignorare, che ci fanno capire senza ombra di dubbio se la storia che stiamo vivendo è destinata a durare oppure no

In amore, si sa, non ci sono regole, ed ogni storia è diversa dalle altre. Ma per chi si domanda se esistano dei segnali per capire se una storia non funziona, e per riuscire a tirarsi in tempo fuori da una situazione destinata solo a peggiorare, la risposta è sì: basta solo un po’ di lucidità, di autocritica, ed a volte anche di sano cinismo.

Se sei davvero disposta a tutto pur di far funzionare la vostra nuova relazione, se la persona che hai incontrato ti piace davvero tanto anche se vi conoscete da pochissimo tempo, se questa volta sei proprio decisa a fare le cose sul serio, sicuramente è un buon inizio. La cattiva notizia è che, però, tutto questo potrebbe non essere sufficiente. Vuoi sapere se vale davvero la pena investire tutte le tue energie in questo nuovo rapporto? Prova a spuntare questa lista con gli otto segnali che ti faranno capire se stai per imbarcarti in una storia che non può assolutamente funzionare: se il tuo nuovo flirt supera questo test, allora forse ha qualche possibilità di diventare una vera relazione.

1. Tu il giorno, lui la notte: nessun interesse in comune

Un antico proverbio ci ricorda che gli opposti si attraggono; la razionalità però ci deve suggerire che, una volta esaurita la fase della passione e dell’innamoramento, avere degli interessi in comune può diventare un punto di forza non indifferente per tenere unita la coppia. Se ti sei presa una cotta per un uomo così diverso da te, forse hai semplicemente voglia di vivere un’esperienza diversa dal solito: ma credi davvero che questa sia la premessa migliore per costruire una relazione duratura?

2. A ciascuno i propri amici!

Quando si inizia una nuova relazione, e si è veramente convinti di avere trovato la persona giusta, non si desidera altro che condividere la propria gioia con le persone più care, in particolare gli amici più intimi. Se lui non accenna minimamente alla possibilità di presentarti ai suoi amici, e cerca in tutti i modi di evitare di uscire in comitiva per conoscere i tuoi, allora c’è davvero qualcosa che non va.

3. Mi presenti i tuoi? No, grazie!

Lo stesso discorso fatto per gli amici vale anche e soprattutto per i familiari, genitori, fratelli e sorelle. Quando ci si frequenta da un pò di tempo, dovrebbe essere abbastanza normale e spontaneo pensare di far conoscere il partner alla propria famiglia, anche senza pensare ad un vero e proprio fidanzamento in casa. Se il tuo lui evita accuratamente di parlarti della sua famiglia, se cerca in tutti i modi di evitare l’argomento e trova mille scuse tutte le volte che cerchi di organizzare un incontro molto informale con i tuoi, allora c’è decisamente qualcosa che non va.

4. Presenze ingombranti: l’onnipresente ex fidanzata

Ci sono molti uomini che, anche dopo la fine di una relazione, riescono a mantenere un rapporto di amicizia con la propria ex, soprattutto se con lei hanno condiviso una relazione importante e piuttosto lunga. Essere l’ultima arrivata è sempre molto scomodo, e la complicità tra due persone che sono state insieme per tanto tempo può facilmente risvegliare il mostro della gelosia. Se ti sembra che la presenza della sua ex sia troppo ingombrante, parlane serenamente con lui, spiegandogli sinceramente quanto la cosa ti faccia soffrire e ti metta in difficoltà: se rifiuta di capire la tua posizione e continua a frequentarla come se niente fosse, probabilmente quei due hanno ancora troppe cose da dirsi..

5. Impegnatissimo e Irreperibile? Allora forse è anche Infedele!

Lui è un uomo molto impegnato, spesso è via per lavoro, e altrettanto spesso è in giro per praticare i suoi innumerevoli hobby, al punto da riuscire a trovare a malapena il tempo per vederti una volta alla settimana, o per mandarti un messaggio durante la giornata. Occhio quindi al cellulare che rimane spento per ore ed ore durante il giorno: molto spesso, purtroppo, la I di irreperibile coincide con la I di infedele.

6. Io, tu e Mammà: il peggiore dei triangoli

Sono moltissime le coppie di fidanzati italiani in cui l’altra non è l’amante, ma è, ahimè, la mamma. Se sei davvero determinata a costruire qualcosa di serio con un mammone professionista, sappi che sarà durissima, e che quasi sicuramente in caso di scontro sarai tu ad avere la peggio. Ci metterai poco a capire se ti trovi davanti ad un normale rapporto madre-figlio, o se il cordone ombelicale non è ancora stato tagliato: se dopo un paio di mesi che vi frequentate ti rendi conto che la vostra storia sta diventando un insostenibile triangolo, potrebbe essere il momento di prendere un’altra direzione ed andare ognuno per la propria strada.

7. Attrazione fisica: ottima o appena sufficiente?

L’attrazione fisica dice molte cose sullo stato di una relazione, soprattutto durante i primi mesi. Se ti riempie di complimenti, se ti rendi conto dai suoi sguardi che è veramente affascinato e non ha occhi che per te, se la vostra intesa è altrettanto forte sia quando fate una passeggiata mano nella mano sia quando siete in intimità, allora siete sulla strada giusta. Ma se ti dimostra un tiepido interesse, ed ogni occasione è buona per allungare lo sguardo sulla scollatura della vicina di tavolo, forse è il caso di ammettere che ti meriti davvero di meglio.

8. La vita è fatta di priorità…

Un grave errore che spesso si compie all’inizio di una relazione è quello di abbandonare completamente di punto in bianco i propri amici ed i propri interessi, per dedicarsi unicamente alla coppia, ma un altro errore altrettanto grave è quello di non riservare del tempo al proprio partner, se non qualche piccolo ritaglio tra un impegno e l’altro.

Non accettare, soprattutto all’inizio della vostra relazione, di metterti in lista di attesa, e soprattutto ricordati che anche il più impegnato dei manager, se è veramente interessato a una donna, riesce a trovare il tempo per portarla fuori a cena, o per telefonarle durante il giorno. Ricordati che le priorità sono fatte per essere cambiate!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *