Categorie Coppia

Appuntamento da incubo? Cinque modi per uscirne

Tu gli piaci, lui no e il primo appuntamento è un disastro. Scopri come uscirne con stile

Ti sei preparata tutta la sera e sei bellissima, sei carica e pronta a farti travolgere da Cupido, ma sembra che il paffuto angioletto con arco e freccia abbia altro a cui pensare perché, dopo un paio d’ore, ti ritrovi incastrata in un vero e proprio appuntamento da incubo. Non disperare, ecco cinque modi per dartela a gambe.

Sii onesta

Se il tuo accompagnatore è in fin dei conti un bravo ragazzo, carino, gentile, ma non ha acceso in te alcuna scintilla, puoi semplicemente decidere di dirglielo. In fin dei conti il primo appuntamento è un test per entrambi e nessuno dovrebbe dare per scontato che la cosa funzioni; l’onestà di solito è gradita, anche se è chiaro che dovrai dosare bene le parole perché, anche se a te non piace, il giovanotto che hai davanti ha comunque un cuore. Quindi evita di scendere nei particolari e digli semplicemente che è piacevole passare del tempo con lui, che ti sei anche divertita, ma che purtroppo non hai sentito entrare in azione la chimica tra di voi; è probabile che anche lui la pensi allo stesso modo, ma che non voglia ferirti. Chissà, potrebbe nascere una bella amicizia.

Fai parlare i gesti

Se proprio non riesci a dire che questo appuntamento è un disastro, puoi cercare di farglielo capire usando il linguaggio del corpo e mettendo in atto una serie di gesti e comportamenti che dovrebbero far arrivare chiaro e forte il tuo disimpegno. Smetti di sorridere civettuola ad ogni frase che ti dice, di giocherellare con la collana e, mi raccomando, via le mani dai capelli; riponi nel cassetto tutti quei gesti che possono essere intesi come segnali positivi e, se non è proprio svampito, capirà.

Forza la mano

Hai capito che non siete fatti l’uno per l’altra, hai provato con i gesti e con un timido accenno al fatto che vuoi andartene, ma nulla, lui non coglie e sembra non rendersi conto di quanto siete distanti. Passa alle maniere forti, scegli un argomento tra quelli a più alto indice di litigata e lancialo nella conversazione: politica, ambiente, religione, qualsiasi cosa possa rendere ovvio anche al più sprovveduto che no, non siete anime gemelle. Attenzione però, questa è un’arma a doppio taglio da usare con cautela: potresti incappare in uno di quegli uomini innamorati follemente delle donne che sostengono con forza le loro opinioni e finiresti per piacergli ancora di più.

Usa la scusa più vecchia

Quando proprio non ne puoi più, indossa la tua faccia tosta e il tuo sorriso migliori e, con aria candida e innocente, spiegagli che non sei pronta per una relazione e che, se vuole, potete restare amici e rivedervi come tali (anche se rigorosamente insieme alla tua comitiva, è chiaro). È la scusa più vecchia del mondo, ma talvolta funziona e, se non altro, ti evita di prolungare l’agonia e permettere che, mentre tu cerchi una via di fuga, lui continui a illudersi.

Chiama in causa un’amica

Se il tuo appuntamento non ti piace, ma hai capito che quello è comunque un ragazzo niente male anche se non adatto a te, puoi trasformarti in una combina-coppie e, dopo aver detto onestamente ciò che provi, consigliare al tuo compagno di sventura una delle tue amiche single che sembra proprio il suo tipo. Evita magari di mandarle un sms e farla correre lì senza preavviso, ma parla di lei, descrivi il suo carattere e spiega perché secondo te sarebbero perfetti insieme. Se lui si mostra interessato, offriti di metterli in contatto o, ancora meglio, digli che non vedi l’ora di proporre la cosa a lei. Potrai toglierti da una situazione di disagio e, chissà, fare la felicità di un’amica.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *