Categorie Viaggi

Cinque luoghi da non perdere se si visita Barcellona

Ecco cinque luoghi da non perdere se si visita Barcellona

Tra le città più entusiasmanti del mondo, Barcellona è un luogo in cui avanguardia e tradizione s’incontrano ogni giorno. In parte affacciata sul mare, la capitale catalana è tra le mete turistiche più frequentate, soprattutto dai giovani in cerca di divertimento. Ma Barcellona è anche una grande città d’arte famosa in tutto il mondo per le sue opere architettoniche di grande prestigio. Ecco, quindi, cinque posti da non perdere assolutamente se si visita Barcellona.

La Sagrada Familia

sagrada-familia

Assolutamente da non perdere, la Sagrada Familia si presenta come la più grande attrazione turistica non solo di Barcellona ma dell’intera Spagna. Divenuta la sacra missione del suo ideatore, Antoni Gaudí, è un edificio unico e straordinario al cui compimento si lavora da oltre un secolo. Si consiglia la prenotazione online del biglietto per il tour interno della cattedrale, da non perdere soprattutto se si è amanti dell’arte, al fine di evitare lunghe code e attese per l’accesso.

Parc Guell

park-guell

Situato nella zona nord di Barcellona, ParK Guell è il luogo ideale per una bella passeggiata all’aria aperta immersi nel verde. Diviso in due parti, una esterna ad entrata libera e una più interna con entrata a pagamento, questa grande creazione di Gaudí sarà in grado di immergervi in un luogo suggestivo arricchito da sculture colorate ed elaborate. Nella zona interna, da non perdere, c’è la Casa-Museo Gaudí, una costruzione colorata irta di guglie in cui l’architetto catalano trascorse gran parte degli ultimi vent’anni della sua vita.

Casa Milà e Casa Batlló

casa-batllo

Disposte quasi una di fronte all’altra presso Passeig de Gràcia, una delle maggiori vie dello shopping di Barcellona, le strutture moderniste di La Pedrera, chiamate più ufficialmente Casa Milà e Casa Batlló, offrono una panoramica aggiuntiva delle grandi doti di Antoni Gaudi. La prima sarà in grado di togliere il fiato per l’incredibile originalità che si coglie nella commistione tra ornamento e funzionalità; la seconda è uno dei miscugli più stravaganti nati dal genio dell’artista catalano e stupisce con i suoi giochi di luci e colori.

La Rambla e il Mercat de la Boqueria

mercato-boqueria

Tra i luoghi più pittoreschi e folcloristici di Barcellona è da ricordare la Rambla, una lunga via di 1,25 km che da Plaza de Catalunya conduce a Port Vell, nella quale è possibile imbattersi in bancarelle di souvenir, fiorai e artisti di strada e che è costantemente percorsa da passanti provenienti da tutto il mondo. E passeggiando per La Rambla è d’obbligo, almeno una volta, fare una sosta al Mercat de la Boqueria, il quale è in grado di offrire a chi lo visita l’esperienza sensoriale più piacevole di Barcellona, tra un caleidoscopio di colori e il fondersi degli odori dei cibi provenienti da tutta la Spagna.

Museu Nacional d’Art de Catalunya, Monjuic e La Font Màgica

font-magica

Affacciata sul mare e sulla città, Montjuic è una graziosa collina occupata da zone verdi e giardini ricchi di magnifici musei e siti di interesse. In posizione dominante sulla città si trova il Museu Nacional d’Art de Catalunya, pomposo edificio contenente la collezione d’arte più pregevole di Barcellona e, seguendo la scia d’acqua che dal museo porta alla fine della collina, si può raggiungere e ammirare La Font Màgica, una grande fontana dagli ampi zampilli d’acqua che nelle sere d’estate si animano con un irresistibile e stravagante spettacolo di suoni e luci della durata di 15 minuti.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *