Come cercare lavoro online: i tre siti che funzionano davvero

Vi spieghiamo come cercare lavoro online con tre siti che dominano il panorama e funzionano davvero: Monster, InfoJobs e LinkedIn.

La corsa al posto di lavoro, oggi è tutta online e, anche se è sempre possibile muoversi autonomamente ed inviare il curriculum alle aziende di propria iniziativa, vi spieghiamo come cercare lavoro online.

Infatti, la maggior parte degli annunci e delle opportunità è veicolata tramite il web: può trattarsi di bacheche virtuali, di gruppi sui social network o di veri e propri siti; l’offerta è talmente ampia da creare confusione, anche perché, nella maggior parte dei casi, si tratta di aggregatori di annunci che rimbalzano ricerche di personale da un sito all’altro, spesso parlano di selezioni non più attive e comunque non aggiungono nulla alla fonte delle loro notizie. Per far sì che gli sforzi non siano vani, è meglio non cercare indiscriminatamente ovunque, ma partire dai tre principali siti di offerte di lavoro che funzionano davvero.

Come cercare lavoro online: LinkedIn

Come cercare lavoro online con LinkedIn

Strutturato come un social network, LinkedIn è forse la piattaforma professionale più nota al grande pubblico. Permette di creare un profilo personale ed inserirvi tutti i dati inerenti gli studi e la carriera, creando un curriculum vitae costantemente aggiornato e subito disponibile alle visite di aziende e altri utenti registrati. Il profilo può essere man mano arricchito con un portfolio, esempi del proprio lavoro e riconoscimenti, così da restituire un’immagine più completa della professionalità di ciascuno. Il punto di forza di Linkedin sono le reti e quindi la possibilità di entrare in contatto con ex compagni di studio, colleghi o conoscenti e, tramite loro ampliare la propria sfera di conoscenze, alla ricerca dell’aggancio giusto. L’efficienza del sistema e la veridicità delle informazioni e dei rapporti evidenziati dalle reti, dovrebbe essere garantita dal fatto che solo chi si conosce direttamente o ha il contatto email dell’altro, può entrare in contatto con lui, anche se la limitazione è facilmente aggirata a causa dell’integrazione con i più noti social network. A guadagnarci è l’utente, che amplia più facilmente la sfera di conoscenze professionali, mentre non ne risulta snaturata la connotazione strettamente professionale del sito. Tra le funzioni più interessanti, ci sono la conferma di competenze e la presentazione: la prima permette a chi conosce l’utente, di confermare le capacità e le competenze dichiarate nel profilo, consolidando la qualità vantata; la seconda funziona un po’ come una segnalazione chiesta ad un conoscente che lavora in un’azienda nella quale vorremmo essere assunti. Ovviamente, Linkedin ha anche una vasta sezione dedicata alle offerte di lavoro da parte delle aziende di tutto il mondo, alle quali è possibile candidarsi direttamente con il profilo registrato o aggiungendo un curriculum in formato word o pdf.

Come cercare lavoro online: Monster

Come cercare lavoro online con Monster

Quella di Monster è una sorta di borsa lavoro che si propone di favorire l’incontro tra domanda e offerta, caratterizzata dall’alta qualità degli annunci presenti. La gestione della piattaforma è molto professionale, ricca di consigli per chi cerca lavoro e con un’ampia sezione dedicata alla preparazione del candidato. Sotto questo profilo è molto interessante la sezione dedicata ai profili delle aziende, che racchiude tutte le informazioni necessarie come mission, numero di dipendenti, storia e processo di selezione adottato. Il sito è perfettamente integrato con Facebook, tanto che è possibile loggarsi tramite il proprio profilo e importare le informazioni personali e la fotografie lì inserite. L’opzione è molto comoda, ma è bene fare attenzione, considerando la diversa vocazione dei due siti e dato il rischio di importare immagini e dati, non adatti ad un ambito professionale. Il tocco in più di Monster è l’efficienza: è forse il sito prediletto dalle agenzie interinali per la ricerca di profili specifici, anche perché consente a chi ricerca un talento da impiegare, di effettuare uno screening dei curricula caricati.

Come cercare lavoro online: InfoJobs

Come cercare lavoro online con InfoJobs

Nasce da una costola di InfoJobs.net, società spagnola impegnata nell’e-recruitment e ora è uno dei siti più utilizzati da chi cerca lavoro. Molto pratico, facile da gestire, consente la creazione di uno o più curricula online e fino a cinque lettere di presentazione, utilizzabili di volta in volta per accedere alle candidature. Le offerte di lavoro sono sempre aggiornate, numerose e variegate, pur provenendo nella maggior parte dei casi da agenzie interinali e quindi relative a impieghi a tempo determinato. La ricerca tra le offerte può essere personalizzata mediante un buon numero di filtri, che consentono di selezionare area geografica, settore, esperienza, titolo di studio richiesto, stipendio e tanto altro. InfoJobs pecca un po’ sotto il profilo dell’integrazione con i principali social network, ma questo non necessariamente è un difetto, considerando l’assenza di qualsiasi vocazione social: il sito è quello che sembra, cioè un gigantesco archivio di offerte di lavoro e, sotto tale profilo, funziona egregiamente in circa 50 Paesi. Il merito di InfoJobs sta nel non abbandonare chi cerca un impiego una volta inviata la candidatura, grazie ad una tracciatura completa del processo di selezione. Basta accedere al proprio profilo, entrare nell’area candidature e tutti i progressi e gli aggiornamenti sono a portata di vista. Il candidato potrà scoprire se il suo curriculum è stato aperto, se l’azienda ha visitato il suo profilo per maggiori informazioni e, ovviamente, se ha scartato la sua candidatura o l’ha inserita in quelle che continueranno la selezione.

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *