Correttori, quali scegliere per ottenere un make up perfetto

Hai occhiaie pesanti e imperfezioni evidenti? Ecco alcune dritte su come scegliere il correttore in base alle tue esigenze

I correttori sono un’arma indispensabile e versatile nel make up: il loro utilizzo è importante per creare una base impeccabile e luminosa, ma solo se scelto della giusta texture e colorazione. Se ti è difficile selezionare il prodotto che fa per te, ecco una guida per scegliere il correttore adatto alle tue esigenze.

La texture

Esistono due diverse tipologie di correttori: fluidi e cremosi. I primi, generalmente, hanno un packaging simile ai gloss, con un applicatore a spugnetta per prelevare il prodotto dalla boccetta; i secondi, invece, si presentano perlopiù in cialda e in una versione più compatta. La scelta della formulazione varia in base alle preferenze personali, tuttavia è bene sapere che un correttore più secco sarà ideale per correggere le varie imperfezioni del viso, poiché si fisserà meglio ed eviterà di spostarsi durante la giornata. Se hai una pelle più arida, potrebbe essere migliore un correttore fluido, che si insinuerà con meno probabilità nelle varie pieghe del volto. Quanto alle occhiaie, valuta in base al tuo contorno occhi se preferire un correttore dalla texture compatta o liquida. Potrebbero servirti alcune prove per capire come reagisce la tua pelle, perciò non arrenderti.

La differenza tra concealer e corrector

Dall’inglese possiamo imparare un’importante differenza tra i correttori color carne, detti concealer, e quelli correttivi in senso stretto, chiamati corrector. Questi ultimi si presentano in diverse tonalità apparentemente stravaganti, in realtà hanno la precisa funzione di neutralizzare i colori diametralmente opposti nella “ruota dei colori”: il correttore giallo sarà ottimo per le occhiaie viola, l’arancione per quelle blu, il verde per eventuali rossori. Il concealer, invece, va scelto in base alla propria carnagione e utilizzato sopra al corrector o da solo per uniformare l’incarnato. Se per il resto del viso è necessario che il colore corrisponda esattamente al colore della pelle, onde evitare stacchi netti, per delle occhiaie marcate potresti ritrovarti ad utilizzare un correttore leggermente più scuro, altrimenti la zona del contorno occhi risulterebbe troppo grigia.

Come applicare il correttore

Un effetto naturale si ottiene applicando il prodotto esclusivamente dove serve. Se hai un viso con diverse imperfezioni, applicare numerosi strati di correttore e in maniera troppo diffusa appesantirà il tuo make up. Meglio creare una base con un fondotinta leggero e utilizzare il correttore solo sulle aree che esigono una correzione con dei pennelli piccoli e dalle setole dense, tamponando il prodotto sulla pelle per una coprenza mirata. Il segreto dunque è less is more.

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *