Categorie Lavoro

Cinque errori da evitare in ufficio

L'inesperienza può portarci a commettere errori sul lavoro: vediamo come evitare i più comuni

Ogni giorno le donne, senza volerlo e saperlo, si complicano la vita da sole in ufficio: straordinari tutti i giorni, colleghi che invocano aiuto certi di avere un sì come risposta e pile di carta che si accumulano sulla scrivania. Ma se vogliamo essere produttive e fare carriera, è necessario eliminare alcune cattive abitudini che portano il nostro obbiettivo sempre più lontano; vediamo quali sono.

No al multitasking

Noi donne siamo famose per la qualità di saper fare più cose in contemporanea, ma siamo sicure di farle bene? Molto spesso nel bel mezzo di un’incombenza ci ritroviamo ad affrontarne un’altra e poi un’altra ancora, salvo accorgerci a fine giornata di non averne conclusa nessuna. Spesso agire in multitasking sembra una buona idea ed è anche la mole di lavoro che ci spinge a farlo, ma nella maggior parte dei casi non è un modo di lavorare produttivo. Stabilisci delle priorità e affronta un problema alla volta in modo da concentrarti appieno su ciò che stai facendo e svolgere il tuo compito al massimo delle tue possibilità.

Non controllare di continuo la mail

Controllare di continuo il tuo account di posta elettronica è un errore, ti distrae dal compito che stai svolgendo in quel momento e, se leggi mail contenenti altri incarichi, potresti avere l’impulso di finire in fretta quello che stai affrontando per eseguire la nuova richiesta e commettere errori evitabili. Cerca di controllare la mail solo tre o quattro volte al giorno: quando arrivi in ufficio, prima della pausa pranzo, al rientro pomeridiano e prima di andare a casa; se i tuoi colleghi hanno richieste urgenti da farti, ti chiameranno al telefono. Allo stesso modo, cerca di evitare l’utilizzo del cellulare in ufficio a meno che non sia quello aziendale: lavorerai meglio e con meno distrazioni.

No alla fretta

Non liquidare un incarico che ti è stato assegnato con troppa fretta e senza controllare che sia tutto a posto solo perché hai troppe cose da fare: cerca di concentrarti su quello che fai, qualunque sia la sua importanza, la difficoltà o l’urgenza, perché se non hai tempo di fare bene una cosa la prima volta, figurati se ne avrai per rifarla da capo.

Lavorare in vacanza

Quando sei in vacanza nessuno si dovrebbe aspettare che tu lavori, tu per prima. La vacanza è fatta apposta perché tu possa riposare e tornare in ufficio meno stressata di quando sei partita: se questo non avviene, farai del male a te stessa e all’azienda perché sarai stanca, demotivata e meno produttiva.

Fai risaltare i tuoi meriti

Molto spesso, se una donna svolge bene un incarico che le è stato assegnato, non lo pubblicizza e considera come un atto dovuto lo svolgere bene il proprio lavoro. Ma cosa succede, invece, se un uomo chiude un contratto o consegna un report ben fatto al suo superiore? Non lo sentirete parlare di altro per almeno una settimana (quando va bene). Ora, non dobbiamo arrivare ai loro livelli di self marketing (anche perché nella maggior parte dei casi dovete credere al 40% di quello che dicono), ma affermare il fatto che sì, hai svolto il tuo compito alla perfezione, non potrà che far bene alla tua autostima e alle relazioni con i tuoi superiori.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *