Categorie Bellezza

Il freddo che secca la pelle? No, grazie

Il freddo è un nemico della pelle ed è bene sapere come prepararsi all'arrivo della stagione invernale

Quando arriva il freddo dobbiamo cambiare i nostri vestiti per prepararci all’arrivo dell’inverno; ovviamente anche il nostro corpo risente del cambio di temperatura e, in particolare, la nostra pelle può soffrire diventando secca ed incline alle screpolature. Questo avviene perché il freddo provoca una vasocostrizione e la pelle riceve meno nutrimento dal sangue rallentando i propri processi, tra cui la produzione di grassi che trattengono l’acqua.

Il primo passo per evitare la pelle secca è quello di favorire l’idratazione (bevendo tanta acqua) e alimentarsi in modo sano, anche introducendo nella nostra dieta noci, legumi, melograno e agrumi; anche bere tè verde ha un riscontro positivo sulla nostra pelle. Inoltre, è il caso di umidificare adeguatamente gli ambienti che solitamente frequentiamo: senza la necessaria umidità la pelle si secca, esattamente come accade in estate quando fa troppo caldo. Il vento è un altro fattore che può seccare la pelle, quindi bisogna coprirsi sempre al meglio.

Per quel che riguarda invece la cura esterna della pelle, bisogna ricordarsi alcune regole importanti: evitare di lavarsi troppo spesso, non usare detergenti troppo aggressivi o eccessivamente schiumogeni, usare creme idratanti per il corpo (le migliori sono quelle certificate eco-bio), in particolare quelle a base di burro di karité e olio di jojoba; ma, diciamoci la verità, le parti del corpo più colpite sono: viso, labbra e mani. Vediamo insieme qualche rimedio specifico, ricordando che, come sempre, prevenire è meglio che curare!

Viso

Il viso è, insieme alle labbra, la parte del corpo maggiormente esposta alle intemperie e coprirsi il più possibile non basta anche perché, a ben vedere, in alcune occasioni servirebbe un passamontagna. L’ideale è usare, applicandola mattino e sera, una crema idratante corposa, che contenga cioè una quantità maggiore di grassi rispetto a quella che si usa d’estate, ma che ovviamente non unga. Anche in questo caso è meglio usarne una eco-bio a base di burro di karitè e olio di jojoba. Sono il top quelle che hanno tra gli ingredienti anche la vitamina E, importantissima per contrastare l’azione dei radicali liberi sulla pelle e rallentare l’invecchiamento cellulare.

Labbra

Le labbra screpolate sono fastidiose ed antiestetiche e bisogna correre ai ripari con l’immancabile burro di cacao, ma fate attenzione: non acquistate quelli che, benché famosi, contengono paraffina, cera microcristallina o petrolato tra gli ingredienti! Sono dei derivati del petrolio che danno l’impressione di idratare, ma in realtà seccano ulteriormente. L’ingrediente base deve essere, come suggerisce il nome, il burro di cacao o, al massimo, il burro di karitè.

Mani

A chi non è capitato di avere le mani screpolate dal freddo? Ma se per alcuni è una casualità, per altri è davvero un male stagionale e origina i fastidiosissimi geloni. Oltre ai guanti, che non sempre riescono a proteggerci dal freddo, è buona abitudine idratare le estremità con una crema-mani senza petrolati e a base di olio di argan, glicerina, olio di oliva ed dell’immancabile burro di karitè. Un altro rimedio è quello di fare un vero e proprio impacco: spalmatevi il burro di karitè sulle mani e poi indossate dei guanti di cotone e teneteli sulle mani per tutta la notte. Al mattino sciacquate con acqua tiepida e avrete delle mani idratate e morbide.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *