Categorie Benessere

Buoni propositi di Settembre: quest’anno riusciremo a rispettarli?

Al rientro in città, a settembre, siamo piene di buoni propositi, ma facciamo molta fatica a rispettali

Ci sono date e periodi dell’anno che sembrano avere il potere magico di dare un nuovo impulso alla nostra vita, quasi possano aiutarci a diventare delle persone diverse, regalandoci un nuovo inizio, e l’opportunità di ricominciare da zero. Di solito proviamo questo tipo di sensazione il primo gennaio, quando salutiamo l’arrivo dell’anno nuovo piene di entusiasmo per tutto quello che sogniamo di poter fare da gennaio a dicembre; ma la stessa cosa ci accade in questo periodo, nelle prime settimane dopo il rientro dalle ferie, quando ci sentiamo piene di energie e di voglia di fare. Via libera allora, anche quest’anno, alla nostra personale lista dei buoni propositi di Settembre, piena di spunti, idee e nuovi impegni da prendere per l’autunno e l’inverno in arrivo. Almeno per una volta, riusciremo a rispettarli?

Perchè fare una lista di buoni propositi?

Sicuramente è la nostra voglia di fare che ci spinge a mettere nero su bianco tutte le cose in cui vorremmo finalmente impegnarci, e che questa volta siamo davvero certe di riuscire a portare a termine. Sembra quasi che trasferire su carta i nostri buoni propositi li renda più reali, e ci vincoli maggiormente alla loro realizzazione: prendere un impegno per iscritto, in fondo, ha sempre un valore più alto di quello che può avere un semplice impegno verbale, almeno in apparenza. Inoltre, quando ci sentiamo cariche di energie positive, quelle che solo un nuovo inizio riesce a regalarci, è naturale pensare al futuro, avere voglia di impegnarsi per realizzare sogni, desideri e aspettative, per riuscire finalmente a raggiungere risultati sperati e desiderati da tempo. Che si tratti di grandi progetti, o di semplici traguardi personali, la lista dei buoni propositi serve a definirli meglio e a spronarci a raggiungerli, cercando di ritagliare nelle nostre giornate piene zeppe di impegni, anche del tempo da dedicare solo a noi stesse. Ma quali sono i buoni propositi che ci capita più spesso di mettere in lista ed, ahimé, di non riuscire a rispettare?

1.Iscriversi in palestra e andarci veramente

Non c’è lista dei buoni propositi che si rispetti che non cominci con il solenne impegno non solo di iscriversi in palestra, ma soprattutto di frequentarla con regolarità. Capita spesso infatti che la pigrizia ed i nostri numerosi impegni finiscano per avere la meglio sul nostro entusiasmo e sulla nostra buona volontà di inizio stagione. Risultato? Abbonamenti trimestrali in palestra o in piscina che utilizziamo due o tre volte e poi dimentichiamo in fondo ad un cassetto. Un consiglio? Chi proprio non ama fare attività fisica in palestra, per riuscire a frequentarla con costanza dovrà dotarsi di dosi massicce di motivazione e di buona volontà: L’ideale è provare a iscriversi insieme ad una amica che ha lo stesso problema in modo da spronarsi a vicenda, oppure evitare la palestra cercando di inserire l’attività fisica nella vita quotidiana, facendo le scale a piedi, andando a lavorare in bicicletta, oppure sforzandosi di camminare a passo svelto per almeno 30/40 minuti al giorno.

2.Mettersi a dieta e mangiare sano

Secondo tasto dolente della nostra lista di buoni propositi: l’alimentazione. Mettersi a dieta, smettere di mangiare fuori pasto, cercare di mangiare più frutta, più verdura e meno dolci, limitare patatine, pop corn e stuzzichini da divorare davanti alla tv e chi più ne ha più ne metta. Se pretendiamo di stravolgere il nostro regime alimentare in maniera troppo drastica, finiremo quasi sicuramente per ottenere l’effetto opposto: dopo qualche giorno di dieta, avremo più fame di prima, e ci ritroveremo a cercare consolazione ancora una volta nel cibo. Proviamo a inserire gradualmente nella nostra alimentazione quotidiana dei cibi che siano più sani rispetto a quelli che mangiamo di solito, limitando il consumo di dolci, cibi grassi e poco nutrienti, ma ricordiamoci sempre di concederci qualche strappo alla regola, che fa davvero tanto bene all’umore.

3.Migliorare i rapporti con gli altri

Telefonare più spesso a casa, andare a trovare gli zii, cercare di avere dei buoni rapporti con i nostri odiosi vicini di casa impiccioni, essere gentile con i colleghi di lavoro, anche quelli più pettegoli, e soprattutto riuscire a trovare il tempo di vedere almeno un paio di volte al mese le nostre amiche del cuore: questi, in ordine sparso, sono i buoni propositi più comuni che riguardano il nostro rapporto con gli altri. Non si tratta di cercare di essere perfette a tutti i costi, o di cercare di andare per forza a genio a tutti: si tratta di ricordarsi che affrontare la vita e i rapporti umani con un sorriso è prima di tutto un regalo che facciamo a noi stesse e che, in mezzo ai nostri mille impegni, il tempo per una telefonata o per un aperitivo con le amiche si può sicuramente riuscire a trovare…basta volerlo!

Semplicemente, volersi più bene

Sarà banale, ma forse basterebbe che il primo e l’unico dei buoni propositi della nostra lista fosse quello di volersi più bene, e prendersi cura di sé, sia fisicamente che emotivamente, rallentando i ritmi, e godendosi tante piccole cose che di solito finiamo per perdere di vista. Ritroviamo il piacere di una serata di relax sul divano a leggere un libro, di una passeggiata nel parco senza l’incubo dell’orologio, di curare maggiormente il nostro aspetto fisico solo per il gusto di guardarci allo specchio e di piacerci così come siamo, di fare una telefonata a una persona che non sentiamo da tanto tempo non perchè dobbiamo farlo, ma perché ne abbiamo voglia.
Probabilmente, basterebbe centrare solo questo obiettivo per regalarsi davvero un nuovo inizio alla grande. Che ne dite, proviamo?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *