Tendenze capelli autunno 2015: i tagli corti

Che sia swag, boyish oppure pixie, quest'autunno il taglio corto è davvero di tendenza

Autunno è tempo di cambiamenti, soprattutto in fatto di capelli: un po’ perché le chiome sono stressate da sole e sale e un po’ perché un refresh al look è necessario.

Stai pensando di passare da lunghezze XXL ad uno short cut, ma hai paura che i capelli corti ti rendano troppo androgina? Niente di più falso, perché un taglio corto può esaltare in modo meraviglioso la tua femminilità: il make up diventa protagonista, l’ovale del tuo volto viene sottolineato e i tuoi lineamenti acquistano più carattere, come dimostrato dalla bellissima Miss Italia 2015, Alice Sabatini. Ti abbiamo convinta? Ora non ti resta che scegliere tra i tagli corti più gettonati tra le tendenze dell’autunno 2015.

Il bob

taglio-corto-bob

Quello che una volta si chiamava caschetto è tornato prepotentemente in auge: basta vedere quante star, dopo anni di lunghezze infinite, si sono convertite al corto. Il bob ha diverse declinazioni, ovvero wob, lob e pob.

Il wob non è altro che il “wavy bob”, caschetto con morbide onde, solitamente schiarite da sottili fili di luce, che funziona bene su visi spigolosi poiché li rende più morbidi. Un suggerimento per lo styling del wob è quello di utilizzare spray al sale, che regala consistenza e corpo ai capelli creando delle beach waves molto naturali.

Lob, invece, sta per “long bob”, cioè un bob leggermente più lungo che arriva a toccare le spalle, taglio che ha sedotto celeb come Gwynet Paltrow, Olivia Palermo e Jennifer Aniston. Il lob è un taglio molto versatile che si presta a tantissimi stili e ad altrettante personalità, adattandosi quindi ad ogni donna, dalla signora elegante e sofisticata alla ragazza frizzante ed energica.

Ultima variazione sul tema bob (per ora) è il pob, ovvero il “pixie bob”, versione meno estrema del taglio pixie, perfetta se hai un viso triangolare oppure rotondo: in entrambi i casi infatti il collo scoperto affina l’ovale.

Lo swag

alexa-chung
Se vi state chiedendo che taglio è lo swag, dovete sapere che non è altro che un long bob rivisto e corretto in chave seventy’s. La parola swag deriva da swing e shaggy, indicando quindi un taglio mosso e scompigliato con lunghezze scalate e una frangia importante, portato da star come Alexa Chung, Suki Waterhaouse e Zooey Deschanel.

Lo shag

demi-lovato

Gettonatissimo quest’anno lo shag, ovvero il bob scalato che ha conquistato popstar come Taylor Swift e Demi Lovato. Adatto a tutte grazie ad una scalatura che dona volume ai capelli fini e alleggerisce una chioma troppo folta. Se hai un viso lungo, punta su una frangia netta e piena; se invece hai un viso minuto, meglio puntare su una scalatura decisa ai lati del volto per far risaltare l’ovale.

Il boyish

miley-cyrus

Lati del capo e nuca rasati, arricchito da una frangia importante è il boyish look, chiamato anche taglio alla maschietta, ovvero quello che ha permesso a Miley Cyrus la svolta da eroina Disney a bad girl. Il taglio boyish necessita di una manutenzione costante perché le rasature durano al massimo un paio di settimane e viene valorizzato da colori palesemente fake: grigio argento, platino o nero profondo. Niente mezze misure in questo caso.

Il pixie cut

audrey-tautou

Ritorna anche quest’anno il pixie cut, ovvero il taglio cortissimo lanciato dalla modella inglese Twiggie alla fine degli anni Sessanta. Il pixie cut è da adattare a seconda della forma del viso: un viso quadrato necessita di un maggior volume nella parte alta della testa, un viso tondo è valorizzato da un taglio cortissimo che aiuta a “sollevare” gli zigomi, un viso lungo, infine, deve optare per un pixie cut non troppo “piatto”, ma giocare con i volumi. Quest’anno una delle maggiori tendenze è quella di portare i capelli ricci anche sul corto, quindi se i tuoi capelli non sono perfettamente lisci non temere, il pixie cut sarà ancora più bello se mosso.

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *