Sei cose da fare per avere successo nella vita

Scopri le sei norme sociali che ti frenano più delle altre e aggirale per ritrovare finalmente la serenità e il successo.

Viviamo in una società solo apparentemente molto più libera e permissiva rispetto al passato; certo, ora possiamo fare il lavoro che più ci piace, convivere senza sposarci e molti altri muri sono stati abbattuti, ma restano valide, e sono ancora forti e coercitive, alcune “norme sociali” che ci condizionano e non poco. Sono spesso trasposte in modi di dire molto usati e che avrai sentito dire almeno una volta; quello che forse non sai è che guidano, almeno in parte, le tue scelte. Scopri le sei norme sociali che ti frenano più delle altre e aggirale per ritrovare finalmente la serenità.

L’opinione degli altri

Vivi immersa nella società, come tutti, ed è normale che ciò che gli altri pensano di te possa in qualche misura influenzarti; solo alcune persone particolarmente forti sotto il profilo psicologico, e assolutamente sicure di sé, riescono davvero ad ignorarlo. Quello che devi sapere, però, è che se prendi una decisione preoccupandoti solo di quello che pensano gli altri, rischi di fare la scelta peggiore (oltre che di lasciarti guidare dalle ragioni sbagliate). Non è un discorso basato sul nulla e sulla bella favola che racconta quanto sia bello potersi determinare da sé, senza influenze esterne: uno studio del Dipartimento di Psicologia dell’Università dell’Ohio, ha analizzato il comportamento degli studenti e ha scoperto che coloro i quali prendono le loro decisioni sulla base di ciò che pensano gli altri, tendenzialmente, ricorrono più spesso a droga e alcool.

Non uscire dal gruppo

Qualche anno fa, Enrico Brizzi diede alle stampe Jack Frusciante è uscito dal gruppo, storia adolescenziale che è diventata fondamentale nel percorso formativo di molti ragazzi negli anni ’90. Nel libro c’è un personaggio, Martino, tragico eroe dei suoi tempi che, incapace di adattarsi alla società e a quello che gli chiedeva, decide di fare

“un salto fuori dal cerchio che ci hanno disegnato attorno”

e si toglie la vita. Omologarsi al resto della gente è spesso la via più facile ed è quello che ci hanno insegnato a fare, ma non sempre equivale a ciò che è meglio per noi. Se ti senti stretta in quel ruolo che ti hanno affibbiato, liberati e urla (metaforicamente) al mondo il tuo essere diversa dagli altri; guardati intorno, le persone di successo sono quelle che hanno avuto il coraggio di pensare fuori dagli schemi. Per essere te stessa devi avere il coraggio di essere diversa.

Quello che fanno gli altri

Per ogni cosa che dobbiamo fare, esiste un percorso già tracciato e battuto da altri prima di noi; che si tratti di cercare lavoro, gestire la tua vita sentimentale o semplicemente organizzare il tuo futuro, è ovvio che si aspetteranno da te che tu segua le orme di chi ti ha preceduto. Ma se quelle tracce non andassero nella direzione che desideri? Se non vuoi passare per le classiche tappe fidanzamento-matrimonio-casa con lo steccato bianco o sai per certo che l’università non fa al caso tuo e hai già l’idea precisa di come pianificare i tuoi passi dopo il liceo, nulla ti impone davvero di non seguire il tuo istinto. Non sarà facile affrontare chi ti sta accanto e si preoccupa per te, ma è mille volte preferibile affrontare un percorso ad ostacoli che ritieni essere il tuo, piuttosto che seguire la sgombra e noiosa via maestra.

Segui i consigli di parenti e amici

Sono sicuramente persone che ti vogliono bene e che non ti farebbero mai del male di proposito, ma famiglia e amici non sono sempre le persone più adatte cui chiedere un consiglio, soprattutto se il percorso che vuoi intraprendere o la vita che vuoi vivere non rientrano esattamente nei loro standard. Molto meglio rivolgerti a terze parti, che non siano emotivamente coinvolte e che abbiano, preferibilmente, una competenza in materia. Ad esempio, se vuoi un consiglio relativo al lavoro, chiedi ad un consulente.

Scegli la strada meno rischiosa

Davanti ad un bivio, la comune opinione vuole che tu scelga la strada più battuta e meno disseminata di ostacoli e rischi che non puoi controllare. Seguire o no questo modo di procedere dipende ovviamente dalla tua indole; se sei troppo ansiosa e i cambiamenti ti spaventano perché non li sai gestire, forse ti conviene davvero limitarti all’opzione più sicura, ma se hai un minimo di voglia di rischiare e bisogno di cambiare (aria, condizione, lavoro, partner, luogo in cui vivi), lanciati e, ancora una volta, segui l’istinto. Questo non vuol dire andare alla cieca, dovrai ovviamente fare le tue valutazioni e reperire le informazioni che ti servono, ma se provi un brivido misto di paura ed eccitazione all’idea del nuovo e, in realtà, non vedi l’ora di andare all’avventura e scoprire quanto meravigliosa può essere la tua vita, non si vede perché tu non possa farlo. Uscire dalla tua zona di comfort non solo ti fa onore, ma è il primo passo verso la crescita e verso la vita che vuoi.

Niente idee strane

Vedere che tutto procede in modo lineare e senza stravolgimenti, per qualcuno è sinonimo di tranquillità e di un mondo che funziona a dovere; ma se ogni persona sul pianeta avesse messo al bando ogni volta le idee che gli balenavano nella mente, solo perché agli occhi degli altri erano strane, fantasiose o addirittura sintomo di follia, non avremmo visto nascere colossi come Amazon o Apple e non avremmo nemmeno mai sentito parlare di Oprah, la mitica conduttrice americana che ora è considerata un guru, ma che in molti ritenevano folle quando volle fortemente mettere in piedi un suo show. Hai un’idea e sai che può funzionare? Metticela tutta, sempre; non farti fermare da niente e nessuno. Potrà non portarti da nessuna parte, in quel caso ci avrai almeno provato, ma c’è una piccola possibilità che ti spalanchi le porte di un futuro che ora nemmeno immagini e non vale davvero la pena di rischiare di perderselo.

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *