Categorie Casa

I difetti son di casa? Nascondili con i rimedi giusti

Dal pavimento storto al soffitto troppo alto, nascondi i difetti della tua casa

Hai finalmente trovato casa, puoi permetterti l’affitto e sei vicina al luogo di lavoro, ma niente festeggiamenti in vista perché, ahimè, c’è qualcosa che proprio non va, che sia il soffitto troppo basso, una suddivisione sbagliata degli spazi o quel tubo a vista che proprio ti indispone. Niente paura, basta davvero poco per minimizzare i difetti più comuni; segui questi consigli.

Il corridoio stretto e lungo

Tipico degli appartamenti vecchio stampo, il corridoio stretto e lungo era una soluzione architettonica utilizzata molto negli anni ’70, specialmente per appartamenti che andavano ad incastrarsi con altri in palazzine di non più di dieci unità abitative. In alcuni casi sfortunati, lo spazio inutilizzabile si moltiplica e i corridoi sono addirittura due, uno nella zona giorno che parte dall’ingresso, l’altro nella zona notte, posto perpendicolarmente al primo a formare una L. Cosa fare di quei metri senza senso a parte inserirvi delle librerie non troppo profonde o dei piccoli armadi? Innanzitutto non è una cattiva idea posizionarvi una consolle bassa e lunga ed utilizzarla non solo per stivarvi oggetti, ma anche per esporre piccole sculture o foto di famiglia che solitamente releghiamo nel soggiorno; in secondo luogo, l’effetto “strada verso il nulla” può essere evitato spostando l’attenzione su una parete posta all’estremità: basterà dipingerla con toni molto accesi, preferibilmente in contrasto con il resto, perché l’occhio venga ingannato e percepisca una distanza inferiore. Altro piccolo trucco è quello di applicare sulle pareti (o dipingere con uno stancil) dei motivi ricorrenti.

Gli angoli dispari

Se non hai mai vissuto in un’abitazione ricavata dalla ristrutturazione di un vecchio palazzo, probabilmente non hai mai provato l’irritazione provocata da un angolo irregolare. Proprio così: la stanza è probabilmente ciò che resta dopo la suddivisione di un ambiente più grande e il risultato è che non ha la classica pianta quadrata e diventa difficile da arredare e davvero poco piacevole da vedere. La soluzione è, ancora una volta, distrarre e distogliere l’occhio dal punto in cui lo spazio si riduce di colpo: dipingi le pareti con colori che ammorbidiscano le linee rette o, se ami la carta da parati che sta ritornando decisamente di moda, scegli un motivo che ti piace e applicala. Attenzione però a non utilizzare righe o disegni geometrici che, per loro natura, finirebbero per dare un risultato opposto a quello voluto e accentuerebbero i cambi di direzione della parete.

Soffitti lontani e modanature inadatte

Se guardando in alto e ti aspetti di vedere le stelle, tanto è lontano da te il soffitto, probabilmente penserai che c’è poco da fare: cosa potresti modificare non toccando la struttura della casa? Invece la soluzione c’è e ti vengono in soccorso sempre i colori: basta dipingere di una tinta più scura la volta per dare l’illusione di un immediato riavvicinamento ed una sensazione di raccoglimento che prima, obiettivamente, la stanza non trasmetteva. L’effetto dei colori sulle nostre percezioni, ti aiuta anche quando le rifiniture non sono come vorresti: per minimizzare il brutto effetto di un battiscopa storto, basta far sì che il suo colore e quello della parete non siano troppo distanti.

Il pavimento storto

Infine, se a tormentare le tue notti è un pavimento disallineato, ritrova la serenità ingannando la prospettiva: riposiziona il battiscopa in modo che corra perpendicolare alle pareti, come dovrebbe essere, e scurisci lo spazio rimasto libero così che non salti più all’occhio.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *