Perché le donne sognano il principe azzurro, ma si innamorano del pirata?

Anni e anni a sognare che il principe azzurro venga a prenderci e ci sposi, per poi finire ad innamorarci dell'affascinante e misterioso pirata. Ecco la spiegazione del perché succede

Da bambine, leggendo le fiabe o guardando i film della Disney, tutte noi almeno una volta abbiamo sognato di essere una bellissima principessa, che vive in un castello e aspetta che il suo principe azzurro un giorno la venga a prendere e la sposi. Crescendo però, abbiamo iniziato a capire che nella vita reale gli uomini belli, romantici, seri e disposti a sconfiggere un drago per noi non esistono, ma la speranza di incontrare l’uomo perfetto, il principe azzurro appunto, non ci ha mai realmente abbandonate. Poi un giorno è successo che ci siamo ritrovate davanti un avventuriero misterioso e intrigante, sicuro di sé e anche un po’ sbruffone, che molto probabilmente ha un donna diversa in ogni luogo che visita. E nonostante il nostro buon senso ci intimasse di lasciar perdere, non abbiamo potuto fare a meno di farci conquistare. E allora chi ci pensava più alle passeggiate sulla spiaggia al tramonto con il principe, quando l’unico desiderio era salire in moto con il pirata e partire all’avventura? Ma a questo punto la domanda sorge spontanea: perché le donne sognano per anni il principe azzurro, ma poi si innamorano del pirata? Cos’ha di tanto speciale?

La scienza dimostra che il bad boy emana più testosterone, e questo lo rende più appetibile agli occhi delle donne, mentre il classico bravo ragazzo spesso può risultare debole e dunque “geneticamente” non adatto alla conservazione della specie. Inoltre, il pirata sa quello che vuole e soprattutto sa come ottenerlo, senza però essere mai scontato in quello che fa, mentre il principe è prevedibile nelle sue azioni e quindi può risultare noioso, oltre al fatto che se un uomo sembra troppo perfetto è molto probabile che finga, e di conseguenza ci dà ancora meno fiducia del bad boy. Oltretutto noi donne, pur trovando spesso disdicevoli i comportamenti del pirata, tendiamo a pensare che noi saremo in grado di cambiarlo; è la sindrome da crocerossina che è dentro ciascuna di noi (alimentata da anni e anni di commedie romantiche) e che ci dà la spesso vana speranza che lui con noi sarà diverso perché saremo in grado di farlo innamorare follemente. Tutto questo perché fondamentalmente noi donne vogliamo qualcuno che ci sconvolga la vita, un amore che ci consumi e che non ci faccia mancare avventura, passione e anche un po’ di pericolo. E quindi, per quanto possiamo lamentarci del fatto che il nostro pirata non ci dia stabilità e certezze, quasi sicuramente sceglieremo sempre lui.

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *