Gli specialisti dell’alimentazione: chi sono?

Dietisti, dietologi, nutrizionisti, ma cosa può realmente fare ognuno di loro? Scopriamolo insieme

Chi di voi saprebbe dire con precisione qual è lo specialista che può prescrivere una dieta e quale, invece, può dare solo consigli in materia di nutrizione? In questo campo esistono ormai tantissime figure professionali diverse e non confondersi è quasi impossibile: sulla carta chiunque può dare consigli sull’alimentazione, dal personal trainer al naturopata, ma non tutti sono in possesso dei titoli e delle conoscenze per definirsi degli esperti. Vediamo quindi di fare un po’ di chiarezza.

Dietista

Per diventare dietisti, dopo il diploma, bisogna seguire un corso triennale in dietistica e conseguire la relativa laurea di primo livello. Per legge, il dietista è un professionista sanitario competente per tutte le attività finalizzate alla corretta applicazione dell’alimentazione e della nutrizione in riferimento allo stato di salute e di benessere: in pratica, può fornire consigli di educazione alimentare a singoli o a gruppi della popolazione, ma non può prescrivere una dieta, nonostante ne abbia le capacità; tuttavia, solo su prescrizione di un medico, può elaborare piani dietetici terapeutici personalizzati. Altra possibilità per un dietista è quella di stabilire i menù per mense scolastiche e aziendali e per la ristorazione ospedaliera e condurre attività didattiche e informative lavorando per aziende di ristorazione.

Medico dietologo

Per fregiarsi del titolo di dietologo è necessario conseguire prima una laurea in medicina e chirurgia e, poi, la specializzazione in scienze dell’alimentazione (scuola di specializzazione post laurea della durata di quattro anni). Il medico dietologo si occupa di nutrizione e terapia nutrizionale: gli competono quindi la diagnosi, l’inquadramento clinico e la prescrizione della dieta ai propri pazienti; è l’unica figura professionale che può prescrivere piani dietetici sia per persone malate che per persone sane, dunque è lui che, in seguito a un’attenta anamnesi, la prescrizione di tutti gli esami necessari e l’inquadramento della situazione, stabilisce quanto e come deve mangiare un suo paziente.

Biologo

Dopo la laurea in biologia della durata di cinque anni, il biologo può iscriversi all’ordine dei biologi e venire quindi abilitato alla valutazione dello stato di nutrizione e dei bisogni nutritivi: può quindi elaborare e prescrivere in maniera autonoma diete fisiologiche, solo e soltanto per persone sane (quindi non diete ipocaloriche finalizzate alla perdita di peso, ma diete normocaloriche per una corretta alimentazione).

Specialista in scienze dell’alimentazione

Lo specialista in scienze dell’alimentazione è la persona che, dopo aver conseguito una laurea in medicina e chirurgia, in biologia, o in farmacia, frequenta la scuola di specializzazione in scienze dell’alimentazione. Questa specializzazione non conferisce possibilità aggiuntive rispetto al proprio corso di laurea, ma garantisce più competenze: in pratica, dopo la specializzazione il biologo non avrà più “poteri” rispetto a quelli che gli fornisce la sua laurea in biologia, ma sicuramente avrà una maggiore conoscenza nel campo della nutrizione. Lo stesso vale per il medico e il farmacista.

Laureato in scienze della nutrizione

Lo specialista in scienze della nutrizione ha conseguito una laurea magistrale in scienze della nutrizione umana, e si occupa di sorveglianza nutrizionale ed educazione alimentare: può effettuare interventi di prevenzione delle malattie cronico-degenerative su gruppi a rischio, lavorare nelle comunità e fare attività di counselling nutrizionale ma non può prescrivere alcun tipo di dieta.

1 commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. Informati bene prima di scrivere e confondere le idee alla gente. Il medico dietologo ha la specializzazione in scienze dell’alimentazione e può prescrivere diete e farmaci, se occorrono. Il biologo deriva da diverse aree, tra cui quello della nutrizione umana, poiché quest’ultimo corso di laurea prevede l’iscrizione all’albo dei biologi. Il biologo nutrizionista può prescrivere sia diete per persone sane che per persone che presentano patologie in totale indipendenza, ma non può fare diagnosi e non può prescrivere farmaci, rientra nel campo solo il consiglio di integratori alimentari. Il dietista invece è una figura sanitaria che permetta di prescrivere diete, in tutte le condizioni, ma solo sotto richiesta del medico. Queste sono le differenze. Il corso di laurea in nutrizione umana e corsi annessi, permettono di avere una formazione più approfondita in questo campo, una volta acquisita l’abilitazione a biologi possono fare tutto quello descritto precedentemente inerente al biologo nutrizionista.