Idee viaggio d’autunno: Inghilterra, Scozia e Cornovaglia tra miti e leggende

Cinque proposte per un soggiorno in atmosfere surreali e cariche di storia

Foglie che cadono, colori caldi, caminetto acceso: l’autunno è arrivato e porta con sé un po’ di malinconia, ma è anche carico di profumi, ricordi e voglia di coccole, di tazze di tè da sorseggiare avvolte da una calda coperta; per vivere appieno l’essenza di questa stagione, non c’è niente di meglio di un’immersione in atmosfere quasi surreali e cariche di miti e leggende come quelle regalate da queste meravigliose località.

North Berwick (Scozia)

north-berwick

Piccola cittadina a sud di Edimburgo, North Berwick è un gioiello incastonato sulla costa scozzese, dalla storia affascinante e dal panorama mozzafiato, spesso sferzato dal forte vento. Fondata nel tardo Medioevo, ha alle spalle una storia tormentata che la vede passare dal dominio inglese a quello scozzese per almeno una decina di volte. Il piccolo borgo di pescatori, che oggi non conta più di 6.000 abitanti, era molto rinomato in epoca vittoriana e fu punto d’approdo per i pellegrini provenienti da tutta la zona e diretti a St.Andrew. Al santo fu dedicato in loco un piccolo eremo, la St.Andrew’s Old Kirk, del quale restano solo le affascinanti rovine dato che, nel 1656, la maggior parte della costruzione sprofondò nelle acque che lambiscono la costa.

tantallon-castle

Tra le cose da non perdere, il Centro di documentazione degli uccelli marini (Scottish Seabird Center), che si trova proprio di fronte al caratteristico porto e, poco distante dal centro abitato, il Tantallon Castle, che ospita il Museo dell’aviazione scozzese e che fu dimora dei Conti di Angus.

Windermere (Inghilterra)

chiesa-vicino-windermere

Nel cuore del Lake District, nella contea della Cumbria e minuscolo: questo è Windermere, paesino di 2.000 abitanti nei pressi dell’omonimo lago, già conosciuto in epoca romana. L’intera zona fu convertita a luogo turistico a partire dal XIX secolo, epoca in cui iniziarono a sorgere imponenti ville signorili di proprietà di ricchi uomini d’affari, molte delle quali oggi sono state convertite in caratteristici hotel.

negozio-beatrix-potter

La maggior parte delle attrazioni locali è collegata alla scrittrice e illustratrice Beatrix Potter, vissuta a cavallo tra 1800 e 1900, autrice dei racconti di Peter Coniglio, molto conosciuti ed apprezzati in Inghilterra, ed entrata a far parte anche della nostra galleria di personaggi femminili conosciuti grazie a Miss Potter, il film del 2006 interpretato da Renée Zellweger. A lei sono dedicati un museo (il World of Beatrix Potter) e una galleria (la Beatrix Potter Gallery).

Tintagel (Cornovaglia)

trevena-tintagel

Sulla costa atlantica della Cornovaglia settentrionale sorge Tintagel, oggi conosciuto con il nome di Trevena; un luogo che potrebbe sembrare simile a molti altri, se non fosse che ad esso sono ricollegate le leggende dei Cavalieri della Tavola Rotonda. Tintagel viene considerato da molti il luogo di nascita di Re Artù ed è citato espressamente nel poema di Lord Alfred Tennyson dedicato ai miti arturiani.

rovine-castelo-tintagel

Qualunque sia la verità, gli scavi archeologici effettuati nella zona a partire dagli anni ’30 hanno permesso di recuperare i resti di alcuni monumenti affascinanti tra i quali spicca il Castello di Tintagel, risalente al XII secolo e nel quale, secondo la leggenda, il giovane sovrano crebbe sotto l’occhio vigile di Mago Merlino.

tintagel-old-post-office

Tra i recuperi più importanti, c’è anche il Tintagel Post Office, costruito nel XIV secolo e oggi trasformato in museo aperto al pubblico e nel quale è possibile immergersi completamente nell’epoca medievale, grazie all’allestimento di un arredamento completo con mobili d’epoca restaurati.

Mousehole (Cornovaglia)

mousehole-porto

Se quello di cui hai bisogno è di allontanarti dal caos della tua vita, la meta del tuo viaggio dovrebbe essere Mousehole, villaggio di pescatori che si affaccia sulla Manica proprio di fronte all’isola di St.Clement’s; è un luogo poco conosciuto, ma già Dylan Thomas lo descrisse come “il villaggio più delizioso di tutta l’Inghilterra”. Il piccolo porto, un tempo il principale approdo su Mount’s Bay, fu protagonista di un famoso episodio avvenuto nel 1907, quando sei pescatori del luogo intervennero nel salvataggio del Baltic, ammiraglia che aveva in comune con il Titanic, che nacque quello stesso anno, sia la compagnia di navigazione, la White Star Line, che il comandante Edward John Smith. Oggi, è un buen ritiro ideale nel quale godere della pace, del rumore del vento e di lunghe e rilassanti passeggiate.

luci-natalizie-mousehole

Si rianima però nel periodo di Natale, quando le vie del paese diventano protagoniste grazie alle luci natalizie, ancora oggi uno dei vanti della popolazione locale. Unica pecca, forse, il cibo: se non hai una forte passione per la cucina locale, evita di assaggiare la tipica Stargazy pie, una torta a base di sardine (nella preparazione tradizionale, le teste dei pesce fuoriescono proprio dall’impasto) che viene preparata in versione gigante in occasione del Tom Bawcok’s Eve (23 dicembre), giorno dedicato alla commemorazione di Tom Bawcok, l’abitante di Mousehole che, secondo la leggenda, avrebbe affrontato le intemperie e salvato il villaggio dalla carestia, riuscendo a pescare ben sette sardine in pieno inverno.

New Abbey (Scozia)

new-abbey-museo

Torniamo in scozia per parlare di quella che è la meta perfetta per un viaggio romantico: New Abbey, villaggio del distretto di Dumfries e Galloway nel sud della Scozia. Qui si trovano le rovine di un’abbazia cistercense dalla storia davvero unica e dal nome indicativo di Sweetheart Abbey; venne eretta per volontà di una donna innamorata, che voleva così ricordare in eterno il consorte scomparso.

sweetheart-abbey

La storia è quella del grande amore tra Lady Devorgilla di Galloway e Lord John Balliol, che morì improvvisamente (1268) lasciando nello sconforto la vedova; rimasta sola, la donna non solo ordinò e finanziò l’erezione dell’immensa struttura nel 1273, ma fece imbalsamare il cuore del marito per tenerlo sempre accanto, custodito in uno scrigno d’avorio; alla sua morte, Lady Devorgilla fu sepolta insieme al cofanetto. L’abbazia fu abbandonata a partire dal 1560 ed è ormai in gran parte distrutta a causa degli eventi bellici che hanno segnato la zona nel corso dei secoli; resta comunque un luogo carico di significato, che vale davvero la pena di vedere.

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *