Una porta da paura: Halloween inizia dall’ingresso

Decorazioni facili e veloci per la porta d'ingresso

Ami Halloween e stai organizzando un fantastico party a tema? Sicuramente hai curato con attenzione l’allestimento dell’interno, ma forse hai dimenticato di presentarti agli ospiti in modo davvero spettrale: corri ai ripari e prepara una decorazione “da paura” per la tua porta di ingresso. È facile, divertente e il successo è assicurato se segui le nostre proposte.

La porta-mummia

Semplice e d’effetto, almeno vista da fuori; la porta mummia è l’idea che puoi realizzare in pochi minuti con materiali poveri, quindi senza spendere un capitale, e sicura che i tuoi ospiti apprezzeranno. Ti servono: carta igienica, scotch, occhi adesivi. La carta igienica, volendo, può essere sostituita da una garza, di quelle che si trovano facilmente sia in farmacia che nei reparti dei supermercati dedicati ai complementi per l’automedicazione, ma in questo caso la spesa sarà superiore.

porte-mummia

Per realizzare la “porta non morta”, devi semplicemente avvolgerla con la carta o la garza, fermando il tutto all’interno con il nastro adesivo; puoi coprire il retro con una sagoma di scheletro o altri addobbi a tema. Per rendere perfetta la realizzazione, applica due occhi giganti: puoi farli tu con del cartoncino bianco e un banale pennarello nero oppure acquistarli nei negozi di gadget o sul web; si chiamano proprio Giant Googly Eyes e, a seconda degli store, costano dai 6 ai 13 € alla coppia.

occhi-posticci-giganti

Attenzione, questa idea decorativa non è adatta se la tua porta di ingresso non gode di protezione dagli agenti atmosferici, perché se piovesse dovresti dire addio alla fasciatura in carta o ti ritroveresti con della garza fradicia da eliminare all’ultimo; è invece perfetta per gli appartamenti e se esiste comunque una tettoia.

La corona inquietante

Classico addobbo da esterno, molto usato a Natale, la corona può letteralmente trasformarsi e diventare inquietante, se ricoperta di mille piccoli occhietti che ti scrutano. Anche in questo caso, realizzazione talmente facile da poter essere affidata ad un bambino, perché tutto ciò che ti serve è una base per corona (nei negozi dedicati agli hobby creativi si trovano in diversi materiali, soprattutto polistirolo) e, ancora una volta, degli occhi posticci che, come avrai intuito, sono tra i must have dell’addobbo di Halloween; in questo caso, però ti servono di tante dimensioni diverse, quindi puoi trovare conveniente l’acquisto online, perché puoi facilmente trovare interi sacchi di occhi di varie dimensioni ad un prezzo irrisorio; ad esempio, su Amazon, per poco più di 11 €, ti porti a casa ben 500 esemplari da usare come più ti piace. Una precisazione: i googly eyes sono disponibili con colla già applicata (basta togliere la pellicola e posizionarli), senza adesivo oppure con un piccolo cuneo, simile a quello delle puntine da disegno; la scelta dipende dal materiale di cui è fatta la corona.

corona-bulbi-oculari

Per un effetto super spaventoso, sostituisci gli occhietti con degli orripilanti bulbi oculari, ma fai attenzione, perché i tuoi ospiti potrebbero scappare per lo spavento.

Ragni&Co.

Tra gli indispensabili di Halloween ci sono i ragni, che devono essere brutti, grossi e spaventosi; la tua porta non può farne a meno, quindi comprane un sacchetto (anche questi si trovano facilmente, specie in questo periodo) e mettiti all’opera.

porta-ragni

Hai mille possibilità a tua disposizione: puoi attaccarli con un adesivo rimovibile alla porta, così che sembrino in procinto di invadervi, oppure utilizzarli per rivestire l’ormai nota ghirlanda.

ragnatela-porta

Se ti senti in vena di produzioni artistiche, armati di filo bianco, procurati delle bacchette nere (vanno benissimo gli spiedini di legno appositamente colorati) e crea una ragnatela sulla quale ammassare una quantità di ragni tale che farebbe spaventare a morte anche la naturalista più convinta. Ideale per accogliere quell’amico che si vanta di amare tanto gli insetti solo per darti fastidio.

porta-pipistrelli

Dai ragni ai pipistrelli, altro grande classico, che puoi rivisitare in versione handmade utilizzando del pannolenci nero dal quale ritagliare i chirotteri seguendo una figura precedentemente disegnata su carta. L’effetto è migliore se vari le misure, così da dare l’impressione di uno sciame di pipistrelli che si alza in volo.

Spaventoso, ma non troppo

Se ti piace l’idea di vestire la tua porta per l’occasione, ma non ami ragni e affini, il tuo Halloween può anche essere più simpatico che spaventoso; ecco due proposte adatte a te: la prima, per la cui realizzazione però è necessaria una porta a vetri o almeno una porta di colore chiaro, è la decalcomania del mostro dell’armadio (o Baubau), quello che terrorizza i più piccini nascondendosi infido nelle loro camerette, sotto al letto o nell’armadio, e scomparendo all’arrivo di un adulto.

mostro-baubau-porta

Disegna la sagoma del mostro che spunta da una finestra e usala come guida per realizzarla sulla porta con del nastro isolante nero (quello da elettricista, per capirci); ovviamente fai attenzione ad acquistarne uno che non lasci particolari residui o, quando lo toglierai, urlerai molto più che ad Halloween all’idea di cosa ti aspetta per ripulire tutto. In alternativa, sfrutta l’idea, ma realizza l’intera figura su cartoncino nero e attaccala alla porta.

porta-mostri

La seconda proposta è quella di trasformare l’ingresso in un buffo mostriciattolo, che certo non fa paura, ma è simpatico e piacerà a tutti. Un telo bianco, pennarello nero, nastro adesivo, un po’ di creatività e il gioco è fatto.

Riciclo anche ad Halloween

mostro-addobbo-natale

Anche le fanatiche del riciclo possono festeggiare Halloween, lo sapevi? Prendi quei vecchissimi addobbi da esterno che ormai da anni non usi a Natale, ma che ti dispiace buttare e dagli nuova vita. L’occorrente è basilare: ragnatele finte, dentoni di carta e, ovviamente, occhi e ragnetti; devi solo dar libero sfogo alla tua fantasia

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *