Dove si nascondono germi e batteri: i punti più sporchi della tua casa

Dove si nasconde la sporcizia nella tua casa e i consigli per rimediare

Non siamo tutte delle casalinghe provette, questo è certo, ma cerchiamo comunque di far sì che la nostra casa sia pulita ed al riparo da germi e batteri. Tra detergenti e prodotti ad hoc siamo capaci di spendere un capitale e passare un’intera giornata a pulire e sgrassare (magari dopo settimane di disattenzione), senza però sapere che lo sporco, quello vero, si nasconde nei posti più impensati; ecco quali sono e come porre rimedio.

L’equipaggiamento per le pulizie

Sembra ridicolo, ma è proprio così: ciò che usi per pulire la tua casa si trasforma in un ambiente ideale per la crescita di batteri e germi. Spugne, stracci e pagliette in acciaio sono una delle cose più sporche che hai in casa. Per evitarlo, premurati di passarle per qualche minuto nella lavastoviglie o nel microonde, per approfittare del potere disinfettante delle alte temperature; lava, strizza con attenzione e stendi ad asciugare i panni che utilizzi in cucina dopo ogni uso e cambiali ogni due o tre giorni.

attrezzatura-pulizie

Infine, prima di procedere al lavaggio in lavatrice, ricordati sempre di scuotere con attenzione ogni oggetto, per evitare l’accumulo di residui di cibo rimasti nella trama del tessuto.

La base del Wc

sanitari-bagno

Ovviamente la pulizia dei sanitari è qualcosa a cui provvedi senza bisogno di raccomandazioni, ma forse anche tu, come molte di noi, tralasci la base del water. Grande errore, specie se in casa si aggirano bambini o uomini che, come ben sappiamo, hanno qualche problema di mira. Pulisci sempre con attenzione il bordo della tazza e, almeno ogni due o tre giorni, la base e il pavimento circostante.

Lo scarico della cucina

lavello-cucina

Ti è mai capitato di essere in piedi davanti al lavello della cucina e di percepire un cattivo odore? Magari hai anche cercato la fonte del fastidio, senza però trovare nulla. L’origine della puzza era, con ogni probabilità, lo scarico del lavandino, che accumula man mano tutti i residui di cibo che restano lì a deteriorarsi, ostacolati dalla forma a collo d’anatra che spesso hanno le tubature. La soluzione è semplice, economica ed ecologica: una tazza di bicarbonato ed una di aceto bianco, da versare in successione nello scarico; lascia riposare per un minuto e completa con acqua bollente. Ripeti il trattamento disinfettante almeno una volta alla settimana.

Gatti e cani

cane-ciotola

Se hai animali domestici, uno dei punti di raccolta dei germi e dei batteri è sicuramente l’area dedicata ai loro pasti, nella quale spesso si accumulano residui di cibo fuoriusciti dalle ciotole che, tra l’altro, sono una gustosa attrattiva per formiche, topi e altri ospiti sgraditi. La pulizia quotidiana è essenziale, anche per evitare che il nostro adorato cucciolo ingerisca cibo avariato e ne subisca le conseguenze in termini di salute; per aiutarti nel compito, acquista una tovaglietta di plastica da utilizzare come sotto-ciotola e la pulizia sarà più facile e veloce. Discorso analogo vale per la sabbietta del gatto: le operazioni di pulizia quotidiana devono comprendere anche l’area circostante.

Le maniglie

maniglia-porta

Quante mani toccano la maniglia di una porta? La cosa curiosa è che, magari, sul treno o in metropolitana stiamo ben attente a non toccare i passamano, ma a casa ci dimentichiamo del tutto di questo particolare. Per dire addio alle maniglie unte, puliscile ogni volta che ti dedichi ai mestieri di casa, con due eccezioni relative alla presenza di bambini e alla porta del bagno: in entrambi i casi è consigliabile una pulizia più frequente, quasi giornaliera.

Attrezzatura per il cambio del neonato

stanza-neonato

I neonati sono bellissimi e fonte di gioia per tutti, ma non possiamo dire lo stesso di tutto ciò che serve alla loro cura, in particolar modo fasciatoio e cesto porta pannolini, che devono essere sempre ben puliti. Attenzione però a non utilizzare prodotti antibatterici tradizionali che potrebbero irritare la pelle del bambino; sono perfette anche per questo le salviettine umidificate che usi per il piccolo. Per il cesto dei pannolini, premurati di effettuare una pulizia giornaliera con un panno umido ogni giorno e, quando necessario, passalo in acqua calda o segui le eventuali istruzioni del produttore.

Il microonde

microonde

Questo elettrodomestico salva ormai da anni i nostri pasti, quindi merita un trattamento decoroso e una pulizia degna che spesso, almeno all’interno, dimentichiamo di concedergli. Ricordati di pulirlo frequentemente, senza però ricorrere a detergenti abrasivi; la soluzione, anche in questo caso è semplice e fai da te: ti bastano acqua calda e sapone neutro (da risciacquare con cura) oppure aceto, che tra l’altro lascia un buon profumo; se il problema sono le incrostazioni di cibo, annientale azionando il microonde con all’interno una ciotola d’acqua, così che il vapore sprigionato possa ammorbidirle e permetterti di rimuoverle facilmente.

L’ingresso

ingresso-casa

Ci passiamo avanti e indietro un’infinità di volte al giorno e non pensiamo mai che anche quel minuscolo rettangolo di pavimento richiede una pulizia costante, a causa di tutto ciò che vi si accumula. Il trucco, oltre ad includere l’ingresso nelle cose da pulire settimanalmente, è di rimuovere le tracce evidenti di sporco non appena si creano e, magari, iniziare ad adottare un uso tipico dei paesi asiatici: non entrare in casa con le scarpe. Per la pulizia, fai attenzione a non utilizzare prodotti aggressivi, dato che la maggior parte delle pavimentazioni per l’ingresso è delicata e si potrebbe scalfire irrimediabilmente. Preferisci acqua calda e aceto, da passare con uno straccio umido e non grondante.

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *