Categorie Casa

Come rendere più sicura la tua casa

Quattro piccoli consigli per rendere più sicura la tua casa

Speriamo sempre che non debba capitare a noi, ma negli ultimi tempi i fenomeni naturali violenti sono sempre più frequenti anche nella nostra penisola: acquazzoni che si trasformano in bombe d’acqua, terremoti, talvolta addirittura trombe d’aria che un tempo vedevamo solo in tv. Per non farci cogliere impreparate, possiamo mettere in atto questi semplici accorgimenti: non faranno miracoli, ma ci aiuteranno, se non altro, a minimizzare i danni.

Isolare le pareti

Se hai in mente di procedere ad una ristrutturazione o se stai per sposarti e la casa è in via di costruzione, puoi chiedere che le pareti siano isolate mediante l’inserimento, in esse e nei soffitti, di strati di materiale ignifugo; in caso di incendio, questo limiterà la propagazione delle fiamme dando a tutti gli abitanti della casa più tempo per uscire senza riportare danni. In commercio esistono molte diverse opzioni, alcune delle quali realizzate il lana di roccia, un materiale che resiste a temperature molto elevate (oltre i 1176 °C) e garantisce anche un buon isolamento acustico.

Pulire le grondaie

Le grondaie sono una parte della casa che in genere curiamo poco anche se sono fondamentali per permettere alla pioggia o alla neve ormai sciolta di defluire correttamente e liberare dal peso (che può farsi eccessivo) il tetto. Pulirle con costanza è uno di quegli accorgimenti che dovremmo sempre tenere a mente e che sarebbe il caso di considerare ai primi posti nella lista delle cose da fare per preparare la nostra casa all’arrivo della stagione fredda.

Nessuna pietà per le crepe

Hai visto alcune crepe nella tua cantina? Corri ai ripari. Non è detto che siano indice di qualcosa di grave, potrebbe semplicemente trattarsi dell’intonaco che, per l’umidità e il normale trascorrere del tempo, ha cominciato a cedere. Quindi, per prima cosa, verifica da vicino di cosa si tratta o chiedi un sopralluogo di un esperto: se dovesse trattarsi di un segno di cedimento strutturale, potresti farle riempire con iniezioni di resina epossidica e scongiurare danni maggiori a seguito di una pioggia intensa.

Piccole spese per grandi risultati

Tra gli ausili indispensabili, non possono mancare i rilevatori di fumo e di monossido di carbonio; con una spesa limitata (dai 20 € in su per ogni rilevatore) puoi metterti in sicurezza e, se acquisti un prodotto fai da te, non dovrai nemmeno aggiungere al costo d’acquisto le spese di installazione. Se non vivi in appartamento e hai a disposizione un seminterrato di proprietà, puoi decidere poi di dotarlo di un generatore d’emergenza che ti fornirà la corrente necessaria in caso di interruzioni prolungate del servizio. In alternativa, sono sempre una buona idea le classiche lampade d’emergenza, acquistabili praticamente ovunque e a costi davvero ridotti (18-20 € per un modello base); normalmente possono essere utilizzate come punto luce aggiuntivo, ma non appena salta la corrente, si accendono da sole evitandoti di stare al buio.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *