Categorie Lavoro

Come scegliere tra due opportunità di lavoro

Se hai una professionalità ben affermata, potresti essere tra coloro che non sentono la crisi del mercato del lavoro e hanno la fortuna di avere diverse proposte di collaborazione o assunzione. Come è possibile scegliere tra due posti di lavoro che sembrano ugualmente allettanti? Certo è difficile, ma non impossibile; basta armarsi di pazienza, trovare un momento per sé e rispondere a queste semplici domande.

Dove hai avuto il colloquio migliore?

Anche se sei stata contattata e non hai inviato tu una candidatura, è probabile che ti sia stato richiesto di sostenere un colloquio che, diversamente da quanto si crede in genere, non è un momento a solo vantaggio dell’azienda; durante la conversazione, anche al candidato è possibile porre quesiti e il confronto con quelli che sono a tutti gli effetti rappresentanti della società, può essere molto utile per farsi una prima idea dell’ambiente lavorativo che c’è in essa. Se, ad esempio, una delle due aziende ti ha richiamato dopo che in sede di colloquio hai fatto degli appunti alla loro gestione o organizzazione proponendoti per risolverli, puoi star certa che, anche da assunta, troverai chi sarà in grado di accogliere le tue iniziative senza sopprimerle e senza averne paura. Il colloquio è sempre un do ut des e, se è vero che tu vieni esaminata, a tua volta hai la possibilità di conoscere le persone per le quali lavorerai; sfruttalo per capire qualcosa in più, rispondendo anche alle domande più insidiose e ponendone tu quando si presenta l’occasione.

Quale società ha l’immagine migliore?

L’immagine della società per la quale sceglierai di lavorare si rifletterà inevitabilmente anche sulla tua carriera e sulla tua occupabilità che, è bene sempre tenerlo a mente, rappresenta il tuo valore sul mercato del lavoro e non è da tralasciare mai, nemmeno dopo la firma di un contratto: se sei appetibile, sei anche un collaboratore che val la pena tenere e trattare con rispetto. Inoltre, parliamoci chiaro, cosa sono un curriculum e la carriera che esso riporta se non una elencazione di esperienze e posti di lavoro? Avere tra i propri precedenti impieghi quello in una società proprietaria di un noto brand o comunque con una buona reputazione, non potrà che giovarti.

Dove avresti la carriera migliore?

Non tutti i posti di lavoro sono uguali e non sempre impegno e dedizione sono premiati e, non di rado, dopo aver lavorato giorno e notte senza nemmeno pensare allo stipendio, ma solo allo scopo di svolgere bene l’incarico affidatoci o portare avanti un progetto cruciale, ci sentiamo in qualche misura respinte, quando non addirittura sminuite. Fatti allora questa semplice domanda e prova ad immaginare quale sarebbe la tua carriera se tu accettassi un posto piuttosto che l’altro. Per aiutarti nella scelta, puoi ovviamente fare delle piccole ricerche: approfitta della rete e del fatto che ormai quasi tutti indicano sui propri profili social il luogo in cui lavorano e chiedi ai dipendenti attuali se si trovano bene; utilizza poi le loro risposte per crearti un’idea più precisa.

Dove lavoreresti con persone più “facili”?

In fin dei conti, scegliere un nuovo lavoro richiede la riconsiderazione di molti aspetti, anche non strettamente legati al denaro percepito e alla carriera, ed è un po’ come scrivere una nuova pagina della tua storia personale. Chiediti allora chi vuoi che siano i coprotagonisti del capitolo dedicato al lavoro e tieni conto del fatto che trovarsi a proprio agio con i colleghi è un fattore con un importanza molto più elevata di quanto si pensi. Se, durante i colloqui sostenuti in una delle due società, hai notato qualcosa che ti ha messa a disagio o se uno dei due ambienti lavorativi ti è parso immediatamente molto distante da te, mentre nell’altro riesci ad immaginarti senza problema alcuno, allora la scelta l’hai già fatta, almeno a livello inconscio; devi solo prenderne atto.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *