Tre segreti per il benessere dei tuoi reni

Tanta acqua, poco sale, e una dieta ben bilanciata: ecco i consigli per proteggere i reni, organi-filtro responsabili di gran parte del nostro benessere

I reni sono di vitale importanza per il benessere dell’organismo: essi infatti svolgono la funzione di filtro, depurandoci da scorie e sali in eccesso. Questi organi, se trascurati, possono causare diversi disturbi e portare ad una condizione irreversibile di insufficienza, rendendoli incapaci di svolgere le proprie funzioni. Una dieta adeguata diventa allora fondamentale, poiché è uno dei principali fattori di prevenzione delle malattie renali.

Più idratazione

La prima cosa da fare per preservare la salute dei reni è bere molta acqua: infatti, solo assicurando al corpo il giusto quantitativo di liquidi, circa due litri e mezzo al giorno, si facilità la funzione di filtro dei reni e l’eliminazione di scorie e altri prodotti di scarto. L’acqua poi, fa si che le sostanze presenti nelle urine vengano diluite e ci siano minori possibilità che si aggreghino, formando calcoli. L’acqua da preferire è quella iposodica, con un residuo fisso, ovvero la quantità totale di sali contenuti in un litro d’acqua fatta evaporare a 180°C, basso o molto basso. Le acque iposodiche, oltre ad un più rapido assorbimento gastrico, hanno il pregio di depurare le vie urinarie e di stimolare l’espulsione di eventuali calcoli renal, grazie ad un effetto antispastico sulla muscolatura delle vie urinarie, unito all’azione meccanica dovuta alla pressione dell’acqua.

Non esagerare con proteine e alimenti ricchi di fosforo

La quantità di proteine da assumere giornalmente dovrebbe essere pari a 0,8 g per chilogrammo di peso corporeo. Sarebbe meglio ridurre, in particolare, le proteine di origine animale e prediligere quelle di origine vegetale, contenute nei legumi. Anche i valori del fosforo devono essere controllati, i quali dovrebbero mantenersi intorno agli 8-10 mg per chilogrammo di peso corporeo: è quindi fondamentale limitare gli alimenti che ne sono ricchi come salumi, cioccolato, lievito di birra gamberi e frattaglie.

L’importanza dell’equilibrio Sodio-Potassio

Il sodio è necessario per il corretto funzionamento dell’organismo: infatti, la presenza di questo minerale, insieme al potassio, è fondamentale per l’equilibrio idrico del corpo. Se non si consuma cloruro di sodio (il sale da cucina) a sufficienza si può andare incontro alla disidratazione ma, al contrario, un eccesso di sale è nemico della salute: una dieta troppo ricca di sodio ma carente di potassio, che si trova principalmente in frutta e verdura, può essere causa di ritenzione idrica e malattie come l’ipertensione.

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *