Ecco i segreti per tradire senza farsi scoprire

Il tuo partner non ti da le attenzioni che meriti e ti sei presa una sbandata per un altro uomo? Ecco le dritte per tradire senza farsi scoprire

Si sa, l’amore è eterno finchè dura, bisogna andare dove ci porta il cuore e, soprattutto ogni lasciata è persa. Detti a parte, si dice che per ogni persona esistano sette sosia, che per ogni uomo esistano sette donne da amare e che esistano altrettanti uomini anche per ogni donna. Sebbene meno inclini degli uomini al tradimento (per i pochi uomini che potrebbero leggere questo articolo risentendosi sappiate che si tratta di valutazioni statistiche), anche a noi donne capita di tradire con la differenza sostanziale che, oltre ad una migliore abilità nella scelta dell’amante siamo anche più brave a non farci scoprire perché è pur vero che le bugie hanno le gambe corte, ma non quando hanno tacchi alti e collant. Ecco alcune delle migliori tattiche sfoderate dalle donne per tradire senza farsi scoprire dal proprio partner.

Dove vai e con chi sei

Non si tratta di fare il terzo grado al vostro partner con lo sguardo interrogativo di Jessica Flatcher o le enigmatiche elucubrazioni di Sherlock Holmes, ma ostentando un pizzico di gelosia e un po’ di mania del controllo, cose che a noi donne non mancano mai, è bene cercare di estrapolare le informazioni necessarie sui movimenti del vostro lui per sapere come muovervi con l’amante. Quindi è bene indagare con discrezione per non ritrovarvi voi sotto una raffica di domande di un fidanzato che per gelosia e sospetto farebbe scomparire anche Otello.

Alessia, la mia nuova collega

E quando il vostro lui, vedendovi assenti ed immerse nel vostro telefono vi porrà la domanda “con chi stai messaggiando?” la risposta dev’essere pronta, efficace, spiazzante e tempestiva: “Alessia, la mia nuova collega”. Che si chiami Gertrude, Sigismonda, Adalgisa o davvero Alessia, il vostro amante non sarà mai salvato sul vostro cellulare con il suo vero nome, soprattutto se la vostra intesa sta prendendo una piega importante. Inutile aggiungere che è utile che il vostro telefono abbia comunque una password d’accesso perché, si sa, dovessero rubarvi il cellulare il vostro mondo è al sicuro.

La complice

Scelta accuratamente nella vasta gamma di amiche a disposizione, la complice ha un ruolo chiave nella vicenda: quello di custodire il segreto e fungere da spalla. Solitamente ruolo riservato alla migliore amica, a lei spetta il compito di reggervi il gioco nelle bugie e mentre il vostro compagno saprà che state passando una serata tra voi tutta al femminile, lei saprà perfettamente dove siete e con chi, e sarà in grado di contattarvi e raggiungervi in tutti i modi per avvertirvi di richiamare il vostro fidanzato al quale non avete risposto, e a cui avrà propinato la scusa del “è in bagno ti faccio richiamare appena esce”.

Qui sì, qui no, ma a casa mai

Essenziale, infine, decidere i luoghi in cui incontrarsi: da evitare tutti quelli frequentati dal tuo lui e soprattutto da parenti, conoscenti, amici e amici di amici per non essere visti, sentiti e spiati e soprattutto non arrivare all’orecchio del vostro compagno in nessun modo, del resto il noto telefilm “Gossip Girl” ci ha insegnato molto in proposito. Assolutamente da evitare, poi, la propria casa, soprattutto se convivete: mai portare a casa il proprio amante perché quell’unico giorno in cui cederete, il vostro compagno avrà deciso di tornare a casa prima da lavoro per farvi una sorpresa e andategli a spiegare, poi, che quello con cui siete da sole in casa pensavate fosse lui perché sì, effettivamente gli somiglia.

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *