I social network possono danneggiare la vita di coppia?

Possono i social network essere responsabili dell'incomunicabilità nella coppia? Sì e no, dipende da come li usiamo

I social network sono senza dubbio uno dei grandi benefici dell’era internet: è possibile rimanere in contatto con tutte le persone che si conoscono e se ne possono conoscere di nuove pur senza mai doversi spostare. Ma i social network possono danneggiare la vita di coppia? Sì e no, anzi: più no che sì.

Bisogna partire da una constatazione: i social network – così come negli anni scorsi le chat, i forum, le riviste per incontri, i bar, i locali – sono di per sé luoghi neutri e non sono né buoni né cattivi. Si tratta di strumenti che permettono di restare connessi e non perdersi di vista. L’uso che se ne fa è del tutto soggettivo e non si può accusare Facebook, per esempio, se una relazione di coppia finisce. Quello che possono fare i social network è accelerare i tempi, questo sì: una relazione può iniziare più velocemente grazie a essi, come anche può finire altrettanto rapidamente; possono far innamorare in maniera più veloce di un tempo, ma possono anche far tradire altrettanto velocemente.

I social network amplificano le emozioni, ma chi queste sensazioni le prova siamo noi. È facile dare la colpa a Facebook o a Twitter della fine di una relazione ma, se ci fermiamo a riflettere, sappiamo bene che la colpa è nostra, non di un programma online.

Alcuni problemi di coppia dovuti ai social network

Avendo ben chiaro che i social network alla fine sono neutri, bisogna pur riconoscere che possono incidere sulla vita di coppia. Si può correre il rischio, per esempio, dell’onnipresenza: Facebook, Twitter, Instagram come anche gli SMS, permettono di essere sempre in contatto con il partner e a volte questo può risultare soffocante. Se c’è fiducia reciproca e mutuo rispetto, non è necessario dirsi ogni cinque minuti che ci si ama o conoscere ogni piccolo spostamento dell’altro perché altrimenti si rischia di sconfinare nella gelosia patologica.

E quello della gelosia è un altro problema che può scaturire dai social network: se Facebook e Twitter possono essere degli ottimi modi per stuzzicare un po’ il proprio partner con un po’ di gelosia, dall’altro lato non deve diventare un’ossessione controllare di continuo gli aggiornamenti di stato della persona che si ama. Anche se si sta insieme, infatti, c’è sempre una parte di vita che non riguarda noi.

Può succedere di essere colpiti dai sintomi del cosiddetto tecno-stress: essere perennemente collegati ai social network, rispondere a tutte le notifiche e vedere tutti gli aggiornamenti di stato può provocare nervosismo, insonnia, irritabilità che si riversano sulla coppia. L’essere sempre online comporta non essere presenti fisicamente per l’altro: innanzitutto muore la comunicazione nella coppia e poi tutto il resto. Soprattutto se la vostra vita di coppia vi porta a stare insieme solo la sera, spegnete gli smartphone e passate del tempo con la persona che amate, coccolandovi e parlando. È inutile avere migliaia di amiche e amici online e non dedicarsi, poi, alla persona che amate e che vi sta dinanzi. Non date la coppia ai social network se poi la vostra storia finisce.

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *