Fame continua? Ecco dieci semplici spiegazioni

Quante volte è capitato di avere fame anche se si ha appena finito di mangiare? Ecco dieci possibili spiegazioni che possono provocare la fame continua

Tra i piaceri della vita mangiare è sicuramente uno dei migliori e dev’esserci senz’altro un motivo valido e ragionevole se sono stati inventati i dolci. A volte, ci capita di avere una fame continua senza una vera spiegazione, e mangiamo ogni cosa che troviamo nel frigorifero o nella dispensa di casa.

Certo, non tutto è salutare e anche esagerare con le quantità non è un bene, ma ci sono momenti in cui non si riesce a pensare ad altro e, sebbene siamo sazie, abbiamo ancora voglia di mangiare. A volte, è veramente impossibile resistere alla tentazione di concedersi qualche stuzzichino, nonostante il momento in cui abbiamo mangiato sia passato da poco. Le motivazioni della fame continua sono tante e, periodo mestruale a parte, in cui si sa, noi donne abbiamo sempre fame, è possibile rintracciare almeno dieci semplici spiegazioni. Vediamo insieme quali sono.

Lo stress

Tra le prime cause della fame continua figura sicuramente lo stress: essere tesi e preoccupati porta ad avere più fame del solito e a rifugiarsi nel consumo di cibi ad alto contenuto di grassi. Potrebbe essere l’aumento del livello degli ormoni dello stress ad innescare l’appetito.

Insonnia

Dormire poco favorisce lo sviluppo di due meccanismi che aumentano il senso di fame: la carenza di energia e la confusione dell’ormone dell’appetito. Quando siamo stanche, infatti, i livelli dell’ormone che controllano l’appetito si abbassano ed aumentano quelli che lo stimolano.

Sete e disidratazione

La mancanza d’acqua nell’organismo, oltre a generare fiacchezza, può contribuire a sviluppare il senso di fame, che porta il nostro organismo a credere di aver bisogno di cibo per riequilibrare i livelli d’energia. Mantenere sempre il nostro organismo ben idratato ci permette di evitare di introdurre inutili calorie.

Allenamento

Spesso ci nutriamo dopo un allenamento: in realtà, non è detto che il nostro organismo abbia realmente bisogno di calorie aggiuntive. Ci sono degli alimenti che permettono di recuperare le energie più velocemente, come il pollo, che non sono però adatti ad uno spuntino veloce.

Effetto collaterale di un farmaco

Alcuni farmaci, specie se contenenti steroidi poco potenti o il cortisone, possono indurre l’aumento d’appetito. Soprattutto nel caso si sia mangiato da poco, è bene ignorare questo sintomo di fame, e se la cura è a lungo termine è bene consultare un nutrizionista per cercare di cedere il meno possibile.

Alcol

L’assunzione d’alcol contribuisce ad un aumento dell’appetito: è risaputo, ovviamente, che è meglio assumere alcol a stomaco pieno, di conseguenza, se la sera prima si è bevuto più del dovuto il corpo richiederà più cibo. Per pareggiare i liquidi, però, è bene non cedere solo al cibo ma bere anche tanta acqua.

Vedere o sentire odore di cibo

Alcuni studi affermano che avere intorno a noi gente che mangia, o sentire odore di cibo, porterà anche noi a voler mangiare, e non perché abbiamo realmente fame, ma perché è stato provato che noi donne siamo portatrici di comportamenti a specchio e se ci accompagniamo a donne che mangano, anche noi mangeremo.

Passa poco tempo tra un pasto e l’altro

Alle volte accade, terminato di mangiare, di percepire la sensazione di avere ancora fame. Prima di pensare di aver mangiato troppo poco e, quindi, di non essere sazie, è bene valutare di non aver mangiato troppo in fretta, è bene sapere, infatti, che gli ormoni dell’appetito hanno bisogno di tempo per comunicare con il cervello e dirgli che siamo sazie (circa 20 minuti).

Mangiare troppi carboidrati

Se la nostra dieta abbonda di carboidrati saremo più inclini ad avere sempre fame: la farina bianca e gli zuccheri arrivano al sangue molto in fretta, per essere poi consumati altrettanto velocemente, innescando un circolo vizioso che ci porta a mangiare sempre di più. Meglio puntare su un aumento di fibre per la nostra dieta.

Saltare i pasti

Oltre ad essere sbagliatissimo per il nostro organismo, saltare i pasti porterà il nostro fisico a reclamare cibo anche in quantità eccessiva rispetto al fabbisogno: saltare i pasti, infatti, porta il nostro corpo ad attingere energie e bruciare alcune calorie in eccesso che verranno però poi recuperate, e a volte raddoppiate ai primi morsi della fame.

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *