Ridere fa bene! Da oggi nasce lo yoga della risata

Posizioni yoga e risate a crepapelle: è questa la combinazione vincente su cui si basa questa disciplina

Le posizioni yoga, con la loro capacità di migliorare lo stato psicofisico della persona, combinate agli effetti scientificamente noti e dimostrati della risata, con la sua capacità di modificare il modo di porsi nei confronti della vita, aumentando l’armonia e riducendo lo stress: in sostanza è questo lo yoga della risata, disciplina inventata dal medico indiano Madan Kataria, interessato inizialmente agli studi scientifici sui numerosi effetti benefici della risata su mente e corpo.

Il primo “laugher club” era composto da cinque persone riunitesi in un parco di Mumbai, che trascorrevano il tempo insieme parlando e raccontandosi storie divertenti; in poco tempo il gruppo si espanse e i partecipanti, poco a poco, fecero emergere alcune problematiche che portarono il Dottor Kataria alla ricerca di un’altra tecnica in grado di rilassare i partecipanti e aiutarli ad affrontare i loro problemi serenamente. Notando quindi che il nostro corpo reagisce allo stesso modo sia alle risate genuine che a quelle forzate, il Dottor Kataria chiese alle persone di fingere una risata che, poco a poco, divenne contagiosa e si trasformò in una risata reale. In seguito, pensò di abbinare alcune posizioni yoga a esercizi di insegnamento teatrale e, sfruttando la giocosità di questi ultimi, riuscì a ridurre inibizioni e timidezze.

Una tipica sessione di yoga della risata è composta da un primo respiro profondo, seguito da esercizi di riscaldamento, tra i quali i battiti delle mani a vari ritmi (le dita delle mani devono essere perfettamente parallele per stimolare i punti agopressori), che devono essere eseguiti muovendo allo stesso tempo il corpo e vocalizzi per sciogliere le inibizioni. Vengono poi eseguiti esercizi di stretching e di respirazione per attivare sia i muscoli addominali, che il diaframma e permettere un maggior afflusso di ossigeno al cervello, ed esercizi della risata, ovvero posizioni yoga combinate ad esercizi di teatro per aumentare la giocosità di questa disciplina.

Tra i vari effetti positivi della risata, i principali sono l’aumento della produzione di endorfine, l’incremento della quantità di ossigeno inviato al cervello e una migliore risposta del sistema immunitario. La respirazione tipica dello yoga, invece, influisce sul sistema nervoso autonomo e attiva il sistema nervoso parasimpatico, responsabile del rilassamento. La risata autoindotta può aiutare a migliorare l’umore, aiutando le persone che praticano lo yoga della risata a fronteggiare meglio stress, malumori e persino la depressione. Chi ride sta bene ed è anche più sereno e produttivo in ambito lavorativo e nelle relazioni con i propri cari. Questa disciplina, che favorisce un atteggiamento positivo nei confronti della vita, quindi, è consigliata alle persone di qualsiasi età, dai bambini agli anziani.

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *