Zuu: il nuovo corso fitness ispirato alla ginugla

Si chiama Zuu il nuovo corso fitness che sta approdando in tutte le palestre italiane, vediamo di cosa si tratta

Lo slogan dello Zuu è: “Libera la bestia che c’è in te!”

Nessuna frase è più azzeccata; il nuovo corso fitness Zuu è un allenamento ispirato ai movimenti degli animali che si esegue “in branco”. L’inventore di questa disciplina è il quarantaduenne australiano Nathan Helberg, che dopo allenamenti estenuanti in palestra, si è accorto che le sue articolazioni erano a pezzi; ha quindi creato una disciplina che non utilizza alcun tipo di attrezzo, ma sfrutta il proprio peso corporeo, non gravando quindi sulle giunture. Questa disciplina può essere praticata da tutti, anziani e bambini inclusi, inoltre è davvero coinvolgente e permette di divertirsi imitando le andature degli animali.

Sette “andature”

Zuu combina un allenamento ad alta intensità con esercizi basati sui sette movimenti primari e più naturali del corpo umano: spingere, tirare, piegarsi, ruotare, accovacciarsi, saltare e spostarsi. I movimenti si memorizzano poco a poco: si tratta di un percorso continuo, non si smette mai di imparare e non si è mai statici, un po’ come nell’evoluzione. Ciascun movimento mette in moto sia i sistemi aerobici che quelli anaerobici, e prende il nome dell’animale a cui è ispirato, come gorilla, orso, iguana, cobra e rana e dura al massimo 50 secondi-1 minuto.

I vantaggi

Già dalla prima sessione di allenamento il corpo appare più tonico: gli esercizi ad alta intensità ma a basso impatto, infatti, stimolano la funzionalità cardiaca e prevengono i danni articolari. Lo Zuu sviluppa mobilità, agilità, flessibilità e resistenza cardiovascolare e, al tempo stesso, rafforza muscoli, articolazioni, tendini e legamenti. A differenza di molti allenamenti ed esercizi tradizionali, che si concentrano su un solo movimento alla volta, l’allenamento Zuu sfrutta una gamma di movimenti full body, che coinvolgono più gruppi muscolari, sia principali che stabilizzanti, per ottimizzare il controllo a livello neuromuscolare e la mobilità.

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *