Gli alberi di Natale più belli d’Italia e del mondo

Un sguardo agli alberi di Natale più belli di sempre in giro per il mondo: da quello in piazza San Pietro a quello galleggiante in Brasile, per finire con l'albero di Natale più grande del mondo (che si trova in Italia)

L’albero di Natale è uno dei simboli di questa festività, insieme al presepe: ultimamente l’albero sta soppiantando il presepe perché ritenuto un segno festivo più laico rispetto al presepe che è un simbolo religioso, del resto il Natale è una festività religiosa, ma questo è un altro discorso.

Tradizionalmente gli alberi di Natale sono costituiti da un abete – o comunque da una conifera sempreverde – che viene decorata con festoni, luci, oggetti colorati (si va dalle classiche palline a pupazzi di vario genere), regalini impacchettati e tanto altro ancora. La versatilità dell’addobbo, come anche la possibilità di utilizzare supporti diversi (non solo alberi), ha contribuito a una grande diffusione dell’albero di Natale e alla sua realizzazione nelle fogge più strane e nei colori più svariati: si va dal multicolore al monocolore (tutto bianco o tutto rosso, per esempio), ma anche si presta particolare attenzione al materiale con cui è costruito l’albero stesso: ecologicamente si preferisce non usare alberi veri e, in ogni caso, evitare strutture plastiche inquinanti; spazio quindi a cartone, legno ma anche metallo, vetro e via dicendo.

L’albero di Natale in piazza San Pietro in Vaticano

L'albero di Natale di Piazza San Pietro in Vaticano

Ci sono alcuni alberi di Natale che ormai sono diventati un classico e sono considerati tra i più belli di sempre. In piazza San Pietro, in Vaticano, nei pressi dell’obelisco ogni anno viene allestito un grande albero di Natale insieme al presepe. L’albero è solitamente molto alto – una trentina di metri – e viene donato al Vaticano da uno stato estero. L’albero di Natale in Vaticano è addobbato in maniera molto semplice e si tende a lasciare integra la bellezza dell’albero in sé, simbolo della vita, ma questo non toglie che sia uno degli alberi più belli del mondo, vista anche la location mozzafiato in cui è collocato.

L’albero di Natale del Rockfeller Centre a New York

L'albero di Natale del Rockfeller Centre a New York

A New York l’inizio del periodo natalizio – e relativo shopping – è dato dall’accensione dell’albero di Natale del Rockfeller Centre, che ogni hanno è un vero è proprio happening, con l’intervento di star mondiali. Per rimanere negli USA non possiamo non citare l’albero di Natale della Casa Bianca che è decorato con gli addobbi realizzati dai figli dei militari americani.

A Rio de Janeiro l’albero di Natale è galleggiante!

L'albero di Natale galleggiante a Laguna Rodrigo de Freitas a Rio de Janeiro in Brasile

Senza dubbio particolare è l’albero di Natale che viene realizzato nella Laguna Rodrigo de Freitas a Rio de Janeiro in Brasile: è l’albero galleggiante più alto del mondo, con oltre tre milioni di lucine e un peso totale di oltre cinquecento tonnellate. Impressionante!

L’albero di Natale alla Puerta del Sol di Madrid

L'albero di Natale alla Puerta del Sol di Madrid

A Madrid l’albero di Natale per antonomasia viene costruito alla Puerta del Sol, tra le piazze più affollate della città (dove, tra l’altro, a mezzanotte del 31 dicembre si mangiano tutti insieme dodici chicchi d’uva per un felice anno nuovo). L’albero di Natale di Madrid è alto circa dodici piani e, visto che è artificiale, può essere visitato anche internamente.

L’albero di Natale a Trafalgar Square, Londra

L'albero di Natale a Trafalgar Square, Londra

Estremamente simbolico è l’albero di Natale che svetta a Trafalgar Square, a Londra: viene donato dalla Norvegia in ringraziamento a tutti i cittadini del Regno Unito per il sostegno dato durante la Seconda Guerra Mondiale.

L’albero di Natale più grande del mondo, a Gubbio

L'albero di Natale più grande del mondo, a Gubbio

Infine, non possiamo non citare quello che è considerato l’albero di Natale più grande del mondo: viene realizzato a Gubbio, in provincia di Perugia, ed è composto da oltre ottocento punti luminosi che vengono distribuiti lungo le pendici del monte Ingino, alle spalle della città di Gubbio, in modo da dar vita a una sagoma che ricordi proprio l’albero di Natale.

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *