Conosciamo i probiotici: cosa sono e quali ne sono i benefici?

Conosciamo meglio i probiotici, batteri simili a quelli che abbianmo nell’organismo e che formano la naturale flora “buona” intestinale

I probiotici, stando alla definizione ufficiale di FAO e OMS, sono “organismi vivi che, somministrati in quantità adeguata, apportano un beneficio alla salute dell’ospite”. I probiotici, cioè, sono microrganismi che arrivano vivi e attivi nell’intestino ed esercitano funzioni benefiche per l’organismo.

I probiotici si trovano in farmacia e negli integratori di fermenti lattici vivi; per estensione sono chiamati probiotici anche quei latticini, drink e snack che contengono i tali microrganismi. Bisogna considerare che per essere definiti probiotici gli alimenti devono soddisfare quattro requisiti ben specifici: essere fatti con ceppi sicuri, avere microrganismi capaci di arrivare vivi e vitali nel tratto terminale dell’intestino, dove possono moltiplicarsi; conferire un beneficio fisiologico dimostrato da studi e ricerche; contenere microrganismi in una certa quantità che possa garantire e lungo gli effetti benefici. In altre parole: un probiotico appena realizzato e uno vicino alla scadenza deve contenere la stessa quantità di microrganismi vitali. Tra i probiotici più noti (grazie anche a campagne pubblicitarie che, comunque, non sempre affermano verità scientifiche) ci sono i lactobacilli e i bifido-batteri presenti in alimenti fermentati come yogurt, kefir, crauti, miso, tempeh, formaggi fermentati, latticello e anche nella pasta madre.

I benefici dei probiotici

I probiotici apportano diversi benefici al nostro organismo. In linea generale possiamo riassumere dicendo che i probiotici promuovono il benessere intestinale e non è un caso che vengano raccomandati in caso di infiammazioni dell’intestino. Solitamente sono consigliati durante o dopo una terapia antibiotica per riequilibrare l’intestino (i cosiddetti “fermenti lattici”), visto che gli antibiotici, nella loro azione distruttiva dei batteri, fanno piazza pulita sia dei batteri nocivi che di quelli buoni. Secondo diversi studi i probiotici apportano benefici anche alla salute del cavo orale, come anche a quella del tratto digestivo superiore. Inoltre, sembra che possano aiutare a ridurre i tempi del transito intestinale e garantire, pertanto, una maggiore regolarità (ed è su questo aspetto che molte réclame insistono).

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *