Cervicale: i metodi naturali per curarla e combattere il dolore

Con l'arrivo dei primi freddi, i dolori muscolari, ed in particolare i dolori cervicali, si riacutizzano e sembrano non darci tregue. Ecco alcuni rimedi naturali per combattere al meglio i dolori cervicali

L’inverno è ormai alle porte ed ovviamente, per chi soffre di dolori articolari e muscolari, comincia il periodo peggiore dell’anno.

Sono tantissime le persone che, a causa di posture scorrette prolungate nel tempo o di patologie di vario tipo, lamentano forti dolori, solitamente alla colonna vertebrale, ed in particolar modo alla cervicale. I dolori cervicali possono diventare un vero e proprio incubo per chi ne soffre, soprattutto nel caso in cui l’infiammazione finisce per diventare cronica, ed il dolore si fa sempre più intenso. Per chi vuole evitare di ricorrere subito ad antinfiammatori ed antidolorifici, esistono tutta una serie di rimedi naturali ideali per curare la cervicale e combattere il dolore che, almeno una volta, vale la pena di provare.

Tieni ben caldo il collo

Il primo dei rimedi naturali per curare la cervicale forse potrà sembrare banale: in realtà il calore ha un effetto più che benefico sui dolori articolari e muscolari, riuscendo in alcuni casi anche a bloccare l’infiammazione evitando che si aggravi ulteriormente. Oltre al classico consiglio della nonna, cioè di tenere sempre coperto il collo con una sciarpa di lana leggera, è possibile sfruttare al massimo i benefici del calore, cioè della cosiddetta termoterapia. Esistono in commercio degli appositi cuscinetti imbottiti con semi di ciliegie o con chicchi di grano grezzo, da riscaldare al bisogno e da applicare sulla parte dolente. In alternativa, un altro rimedio molto efficace sono gli impacchi di sale caldo, preparati con 1 kg di sale grosso riscaldato in padella e poi messo in un sacchetto di tela o di flanella ben chiuso, da applicare sul collo.

Massaggia il collo con oli essenziali

Insieme ai benefici del calore è possibile sfruttare anche quelli degli oli essenziali naturali, da utilizzare per un massaggio rilassante e decontratturante. Per prima cosa, una doccia calda aiuterà a rilassare la muscolatura; dopo la doccia, provate a fare un automassaggio con oli essenziali di lavanda e rosmarino, oppure di arnica, che rimane probabilmente il rimedio naturale migliore per sbloccare le contratture muscolari.

Scegli gli antinfiammatori naturali

Prima di ricorrere all’assunzione di farmaci, vale la pena tentare di eliminare il dolore cervicale utilizzando degli antinfiammatori naturali, come ad esempio l’estratto di Ribes Nigrum, particolarmente indicato proprio nel caso di dolori cervicali e della colonna vertebrale in genere. Altri rimedi fitoterapici comunemente utilizzati per il benessere della colonna vertebrale in generale e del tratto cervicale in particolare sono l’Artiglio del Diavolo e la Curcuma, entrambi dotati di proprietà antinfiammatorie ed antidolorifiche, ma senza alcun tipo di fastidio o disagio a carico dello stomaco.

Cambia il tuo stile di vita

Salvo i casi di predisposizione genetica a questo tipo di patologie, sembra ormai un dato certo lo stretto legame tra le varie forme di patologia dell’apparato muscolo-scheletrico, ed un’errato stile di vita. Le posture scorrette che siamo abituate a tenere davanti al pc vanno assolutamente corrette prima che si trasformino in fastidi o patologie croniche; allo stesso tempo, è necessario cercare di recuperare la propria serenità nella vita quotidiana, dal momento che tentare il più possibile di eliminare del tutto lo stress è sicuramente il modo migliore per favorire lo sciogliersi di contratture, irrigidimenti e tensioni a carico del tratto cervicale della colonna vertebrale.

Sii pronta a percorrere altre strade

Se è giusto provare a curare in prima battuta i propri disturbi con dei rimedi naturali, è altrettanto vero che, qualora il fastidio ed il dolore non dovessero rientrare, è il caso di rivolgersi ad uno specialista del settore, in modo che sia possibile portare avanti un vero e proprio percorso di cura della patologia, osservata questa volta dal punto di vista della medicina classica.

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *