Le donne sono più sensibili degli uomini? Ecco la verità

Le donne sono più sensibili degli uomini. Ebbene sì, ecco la verità, e nient'altro che la verità, sulla sensibilità femminile

La guerra tra donne e uomini è tra le più vecchie che esistano: chi fa meglio cosa? Qualcuno è migliore dell’altro?

La risposte a queste domande non hanno una risposta ben precisa, ma non c’è donna al mondo che non sia pronta a sostenere a spada tratta le ragioni della sua sensibilità, ad accettare di essere meno -qualunque cosa- di un uomo. Ma qual è la verità? Le donne sono davvero più sensibili degli uomini? E soprattutto perché le donne ne sono così convinte? Ecco tutta la verità sulla sensibilità femminile.

L’intelligenza emotiva

Si dice sempre che le donne hanno una maggiore intelligenza emotiva, vale a dire che hanno una capacità di analisi maggiore, che sono forse più isteriche e piagnucolose, ma certamente più in grado, rispetto ad un uomo, di andare a fondo nei sentimenti e nei cuori di chi li prova.

Una memoria migliore

Le donne, lo dimostra la scienza, hanno una memoria maggiore rispetto agli uomini. E questa maggiore capacità di trattenere informazioni, e quindi anche emozioni, le rende inevitabilmente più sensibili degli uomini.

L’empatia

Secondo la psicologia, l’empatia è la capacità di porsi in maniera immediata nello stato d’animo di qualcuno che ci si trova di fronte pur senza avere alcuna partecipazione emotiva. Le donne sono fisiologicamente dotate rispetto agli uomini, di questo dono, e questo le rende anche più sensibili.

Lunga durata

Oltre che avere una memoria migliore, la scienza ci racconta che il tempo di permanenza delle emozioni nella corteccia cerebrale delle donne è maggiore di quello nella corteccia maschile. Tale caratteristica fa sì che stando più a lungo su un’emozione, le donne si rivelino anche più sensibili.

Differenza di approccio

Spesso le donne ritengono di essere più sensibili degli uomini poiché in una relazione fanno un investimento iniziale molto importante, di solito maggiore. Questo porta inevitabilmente ad enfatizzare qualunque cosa succeda, dando importanza a tutto in maniera spesso eccessiva.

Il linguaggio non verbale

Molto più di un uomo, una donna riesce a decifrare il linguaggio non verbale di chi le sta di fronte. Attraverso l’osservazione del suo interlocutore una donna riesce a capire di più e meglio le sue intenzioni, i suoi pensieri se è -o meno- affidabile. Un altro punto a favore della sua sensibilità.

Le idee chiare

Spesso se a un uomo chiedi cosa vuole non riesce a risponderti, se non in maniera generica. E questo perché l’uomo è molto dispersivo, raramente nella vita di coppia si pone degli obiettivi precisi. Diversamente, la donna non solo ha le idee più chiare, ma è anche più tenace e determinata. E questo ne fa una creatura anche più sensibile.

Le letture

Può sembrare strano ma le scelte letterarie possono influire significativamente sulla formazione di un carattere. E le donne, solitamente attratte dalla letteratura rosa, dai romanzi d’amore, partono in questo senso molto avvantaggiate, perchè dalle pagine divorate desumono una naturale sensibilità.

L’istinto materno

Anche se non tutte le donne hanno figli -o vogliono averne- ciò non toglie che la natura le abbia dotata del famoso istinto materno che le porta senza difficoltà e senza sforzo a vivere una vita ad alto tasso di sensibilità.

Dolcemente complicate

Dice la famosa canzone di Fiorella Mannoia, che per qualcuno può voler dire molto difficili da gestire, insopportabili, isteriche, ma in realtà è proprio la capacità della donna di provare emozioni stratificate che la rende così particolarmente sensibili, uniche e di una spanna -almeno da questo punto di vista- superiore all’uomo.

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *