Allarme doppie punte, ecco cinque rimedi naturali

Come combattere le tanto odiate doppie punte con metodi naturali, senza dover tagliare i capelli? Ecco cinque rimedi segreti, da fare comodamente a casa

Le doppie punte sono uno dei problemi più comuni dei capelli di ogni donna e nella maggior parte dei casi l’unica (e odiosa) soluzione che ci viene in mente è quella di tagliare i capelli. Le cause delle doppie punte possono essere numerose, ma tutto è riconducibile ad un eccessivo stress del capello, messo duramente alla prova da uno stile di vita poco sano, dagli agenti esterni, da frequenti lavaggi, da spazzolate troppo energiche, da permanenti e tinte, ma soprattutto dall’utilizzo frequente di phon e piastra, che con il loro calore eccessivo indeboliscono il capello.

Solitamente a danneggiarsi è la parte più esterna del capello, ossia la cuticola, formata da piccole scagliette sovrapposte e composta da cellule di cheratina; le scagliette si sgretolano e diventano irregolari, creando fessure nel mezzo, in particolare all’estremità del capello, che determinano le caratteristiche biforcazioni delle doppie punte. La bellezza naturale della chioma viene così compromessa e il capello risulta spento, opaco e poco curato.

Per contrastare, almeno in parte, questo fenomeno usate un buon balsamo sotto la doccia, non spazzolate mai i capelli da bagnati, ma servitevi di un pettine a denti larghi e utilizzate un termoprotettore per capelli prima di procedere all’asciugatura con phon o piastra, senza ovviamente dimenticare di andare comunque dal parrucchiere ogni mese e mezzo/due mesi per dare una spuntata ai capelli ed evitare che il problema delle doppie punte degeneri. Oltre a questi semplici consigli, ecco cinque metodi naturali per il benessere della vostra chioma, perfetti per diminuire lo stress del capello e prevenire l’insorgere delle doppie punte.

Olio di Argan

Versate un quantitativo di olio di Argan pari ad una noce sul palmo della mano e distribuitelo con cura prima sulle punte e poi sul resto della chioma, passando ogni ciocca. Potete applicare l’olio dopo la doccia sui capelli umidi, oppure prima dello shampoo, poiché la quantità di olio necessaria verrà immediatamente assorbita dal capello.

Olio di cocco o di mandorle

Applicate un cucchiaio di olio di cocco o di mandorle sui capelli bagnati, in particolare sulle punte, prima di fare lo shampoo e tenete in posa 15-20 minuti. Entrambi questi oli sono degli efficaci ricostituenti e se ripeterete questo impacco ogni due settimane i risultati vi lasceranno a bocca aperta.

Impacco con miele e olio d’oliva

Mescolate tre cucchiai di olio d’oliva con due cucchiai e mezzo di miele grezzo e applicate l’impacco così ottenuto sui capelli per ottenere punte morbide e rigenerate. Lasciate agire per mezz’ora e poi risciacquate con acqua tiepida.

Impacco con papaya e yogurt

Sbucciate mezza papaya eliminando i semi e fatene un purè, a cui andrete ad unire mezzo vasetto di yogurt naturale. Applicate l’impacco sui capelli bagnati, compresa la cute, avvolgeteli con un asciugamano e lasciate agire per 20 minuti; infine risciacquate con acqua fredda.

Maschera all’uovo, avocado e olio d’oliva

Sbucciate mezzo avocado e fatene un purè, poi unitelo ad un uovo sbattuto e aggiungete un cucchiaio di olio d’oliva per creare una maschera densa ma morbida. Applicatela sui capelli bagnati e lasciate agire per 10 minuti, poi risciacquate con acqua tiepida.

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *