I cinque metodi salvaspazio per arredare una casa piccola

Arredare una casa piccola vuol dire andare alla ricerca di soluzioni che permettano di sfruttare al meglio tutti gli spazi disponibili: ecco cinque imperdibili soluzioni salvaspazio a cui ispirarsi.

Arredare da zero una nuova casa è una grandissima gioia, ma anche un grosso impegno: bisogna tentare di far combaciare nel migliore dei modi i propri gusti, le proprie disponibilità economiche e ovviamente lo spazio fisicamente disponibile nelle varie stanze.

Che si tratti di arredare un monolocale in affitto, o il piccolo bilocale che siamo riuscite ad acquistare facendo un mutuo in banca, la sfida è sempre quella di riuscire a mediare tra la ricerca di soluzioni salvaspazio per gestire spazi a volte molto piccoli, e un budget che spesso è piuttosto ridotto. Ecco cinque metodi per sfruttare al meglio tutti gli angoli di casa, anche quelli che a prima vista possono sembrare morti o inutilizzabili, e creare delle ottime soluzioni salvaspazio.

1. Come utilizzare gli spazi dietro le porte

Nella casa ideale, per sfruttare al meglio gli spazi, tutte le porte dovrebbero essere a scrigno, cioè realizzate in modo da scomparire in un telaio all’interno della parete: ovviamente, si tratta di una soluzione piuttosto costosa, e realizzabile solo in presenza di muri abbastanza spessi da contenere il telaio di scorrimento e la porta. Anche le classiche porte a battente, però, possono essere delle preziose alleate, a patto di riuscire a sfruttare al meglio gli spazi che rimangono tra il muro e la porta completamente aperta.

A parte il classico appendiabiti da posizionare sulla porta del bagno da utilizzare per accappatoi ed asciugamani, gli spazi dietro le porte sono perfettI per collocare mobiletti ultrasottili, scarpiere o armadietti portaoggetti, che diventano praticamente invisibili quando la porta è completamente aperta. È la soluzione migliore per riporre scarpe, scope, oppure oggetti ingombranti, ma comunque molto sottili, come ad esempio lo stendibiancheria o l’asse da stiro.

2. Soluzioni salvaspazio per vestiti, biancheria e coperte

Un grosso problema per chi abita in una casa piccola è riuscire a trovare una collocazione per i vestiti, per la biancheria e per le coperte, soprattutto quando è il momento di fare il cambio di stagione: riuscire a conservare in maniera ordinata in un unico armadio i vestiti di due persone, le coperte e la biancheria per la casa può diventare davvero una specie di mission impossible. Impossibile in questi casi, fare a meno dei sacchi salvaspazio per mettere sottovuoto vestiti e coperte, in modo da proteggerli da polvere e tarme, e soprattutto in modo da riuscire a riporli occupando pochissimo spazio nell’armadio.

3. Sfrutta l’altezza meglio che puoi

Nelle case piccole, la soluzione migliore è sicuramente quella di cercare di sfruttare tutti gli spazi disponibili, non solo in larghezza, ma anche in altezza. Se in cucina non c’è abbastanza spazio per un armadio dispensa, allora una buona soluzione potrebbe essere quella di scegliere pensili più profondi e più alti, oppure, se l’altezza del soffitto lo consente, di sistemare due file sovrapposte di pensili. Ovviamente, a meno che non siate giocatrici professioniste di basket, sarà poi necessario procurarsi almeno uno sgabello alto, se non addirittura una scala.

4. Soluzioni salvaspazio in cartongesso

Alcune tra le migliori soluzioni salvaspazio sono quelle che vengono realizzate in cartongesso: ad esempio, in questo modo è  possibile ricavare in una nicchia un armadio che sfrutta tutta l’altezza fino al soffitto, da utilizzare come ripostiglio, portascope, disimpegno o addirittura dispensa, oppure creare una piccola libreria all’interno della nicchia, che sembri quasi realizzata in muratura. E se in casa lo spazio a disposizione è davvero poco, perché non pensare di creare una sorta di controsoffitto profondo in cartongesso da utilizzare come un vero e proprio ripostiglio? È la soluzione perfetta per riporre valige, stivali, coperte, e qualsiasi cosa sia troppo ingombrante per trovare un’altra collocazione in casa. Provare per credere!

5. Poco spazio, tanti libri

Le amanti della lettura vorrebbero a tutti i costi avere a disposizione una libreria enorme, dove conservare tutti i libri che possiedono: purtroppo, le amanti della lettura che ancora non si decidono a convertirsi al Kindle o al lettore di e-Book devono sempre fare i conti con il poco spazio in casa da dedicare ai propri amati libri. Basta fare un giro sui siti delle maggiori riviste di arredamento, o semplicemente su Pinterest, per trovare degli spunti originali ed interessanti: perché non pensare, ad esempio, di far realizzare, in cartongesso o in legno, una libreria che segua il profilo del telaio delle porte di casa, oppure di realizzare, con delle semplici mensole da acquistare nei negozi di bricolage e da collocare piuttosto in alto, uno spazio per riporre i libri a ridosso del soffitto? Ovviamente, sempre avendo cura di tenere una buona scala a portata di mano…

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *