Organizza la dispensa: ecco come ottimizzare gli spazi e conservare le provviste

Problemi di spazio in cucina? Ecco come organizzare al meglio la vostra dispensa, per avere tutte le provviste a portata di mano ed in perfetto ordine

Alzi la mano chi non vorrebbe avere in casa una dispensa spaziosa dove organizzare tutte le provviste, un ripostiglio o uno stanzino dove conservare cibi, bevande ed accessori per la cucina in perfetto ordine, e dove tenere tutto a portata di mano.

Purtroppo, nei nostri appartamenti con gli spazi ridotti al minimo, molto spesso dobbiamo accontentarci semplicemente di un armadio o di una piccola credenza dove riporre tutte le provviste: e ovviamente, in poco spazio l’ordine e l’organizzazione diventano dei requisiti a cui è assolutamente impossibile rinunciare. Ecco allora qualche consiglio per tenere la dispensa in perfetto ordine, ottimizzando gli spazi e conservando al meglio tutte le provviste.

Ogni cosa al suo posto

La prima cosa da fare per organizzare al meglio la dispensa è stabilire un posto ben preciso per ogni cosa, suddividendole in base al peso, o in base alla frequenza d’uso. Immaginiamo di avere a nostra disposizione una credenza a due ante, ciascuna delle quali con all’interno quattro ripiano. Il ripiano più in basso andrà sicuramente riservato alle provviste più pesanti: via libera quindi a latte, succo di frutta, passata di pomodoro, scatolame, bottiglie d’acqua, di olio e di aceto, pacchi di caffè, di sale e di zucchero ancora da aprire. Il penultimo ripiano, se in cucina non ci sono altri spazi disponibili, potrà essere dedicato a teglie da forno, pirofile, padelle, e pentole varie.

Il ripiano ad altezza mani, quello più comodo, andrà riservato a tutto quello che utilizziamo più di frequente: pasta, zucchero, farina, fette biscottate e cereali per la colazione, crackers, confezioni di biscotti e di merendine già aperte; nel caso di credenze particolarmente ampie, alla stessa altezza potrebbe essere molto comodo trovare anche le tazze per la colazione e le tazzine per il caffè.

Infine, nel ripiano più in alto possiamo conservare altre provviste non particolarmente pesanti, come ad esempio confezioni di biscotti, cereali e merendine non ancora aperte oppure la scorta di tovaglioli di carta e bicchieri di plastica, ma anche alcuni mini elettrodomestici utilizziamo sporadicamente, come ad esempiolo sbattitore elettrico, il frullatore ed il minipimer.

Tieni al riparo le provviste

Le più grandi nemiche delle dispense sono le tarme alimentari, cioè quelle malefiche farfalline che ogni tanto vediamo svolazzare quando apriamo una delle ante della credenza. Le tarme alimentari attaccano il cibo, in particolare i farinacei, la pasta, il riso, quindi gran parte del contenuto della nostra credenza: ed ovviamente, non si fermano davanti a confezioni di cartone o di plastica, che riescono a forare per arrivare al contenuto. L’unico modo per proteggere le nostre provviste dalle tarme alimentari è conservarle in contenitori di vetro o di plastica chiusi ermeticamente: scegliamo dei contenitori preferibilmente di vetro o di plastica per alimenti trasparente, magari con degli allegri coperchi colorati, e su ciascuno appuntiamo la data di scadenza e, se si tratta di pasta o riso, anche il tempo necessario per la cottura.

Mantieni pulita la dispensa

Infine, ricordiamoci sempre che la dispensa, oltre che in ordine, deve sempre essere anche perfettamente pulita. Prendiamo l’abitudine, una volta al mese almeno, di svuotarla completamente e di pulirla a fondo, rimuovendo eventuali briciole e residui di cibo, e pulendo a fondo i ripiani con una soluzione di 3/4 di acqua calda e 1/4 aceto di vino bianco da nebulizzare con uno spruzzino, lasciare agire qualche minuto appena, rimuovere con un panno pulito e lasciare asciugare per bene all’aria. Eviteremo in questo modo di utilizzare detersivi ed agenti chimici potenzialmente tossici, ed otterremo un ottimo risultato in poco tempo.

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *