Fai da te: come preparare uno struccante bifasico?

Ecco tutti i segreti per realizzare uno struccante bifasico in poche mosse

La routine di bellezza giornaliera di ogni donna dovrebbe avere conclusione con la struccarsi. Eh sì, anche se si è stanche, il demaquillage è fondamentale, perché non c’è nulla di peggio per la nostra pelle che trascorrere una notte con tutto il make up ancora sul viso.

Di prodotti specifici ce ne sono tanti: latte detergente, salviette, acqua micellare e struccante bifasico, e se seguirete i nostri consigli, riuscirete a trovare un buon prodotto. Ma, se volete, è possibile realizzare un buon struccante bifasico fai da te in poche mosse e spendendo pochissimo, senza dover essere necessariamente delle esperte. Ma cos’è uno struccante bifasico? Altro non è che un prodotto in cui le “fasi”, cioè la parte acquosa e la parte oleosa, non sono emulsionate insieme, ideale per struccare occhi e labbra.

I prodotti base sono quindi olio e acqua demineralizzata, cioè quella che si usa il ferro da stiro; se volete un prodotto migliore potete sostituire l’acqua con un infuso alla camomilla o del tè ai frutti rossi. Un’altra alternativa sono gli idrolati di rosa o di amamelide. Per quel che riguarda l’olio, è meglio usare oli leggeri, che vanno bene per qualsiasi pelle e che non sono comedogeni, cioè non occludono i pori, causando gli antiestetici punti neri. I migliori sono l’olio di Jojoba, che trovate facilmente al supermercato o in erboristeria, ma in sostituzione anche l’olio di riso va più che bene.

Il procedimento di realizzazione del bifasico è facilissimo: versate l’olio nell’acqua e trasferite la miscela in un contenitore con dispenser, o anche in una semplice bottiglia vuota. Se fate 100 grammi di prodotto usate 40 grammi di olio e 60 di acqua; il prodotto va conservato in frigorifero per, al massimo, una settimana. Se ne usate poco, preparatene di meno, tenendo sempre in considerazione le proporzioni.

Prima di usare lo struccante bifasico è necessario agitare il contenitore per unire le due fasi e procedere aiutandovi con un dischetto di ovatta. Dopo esservi struccate è meglio se vi risciacquate il viso con acqua tiepida per eliminare le tracce oleose e l’effetto “unto” dal viso.

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *