Amore non corrisposto? Ecco come reagire e ricominciare

Sei a pezzi per un amore non corrisposto? Reagisci!

Talvolta capita: tu sei già con un piede sull’altare e lui… non sa quasi come ti chiami, non è interessato. Nella migliore delle ipotesi resta un tuo sogno proibito; nella peggiore, hai trovato il coraggio di fare la prima mossa e hai ottenuto in risposta un rifiuto. È un duro colpo per l’ego, non c’è che dire, ma non è la fine del mondo e per risalire e tornare a sorridere basta prenderla con filosofia e seguire questi consigli.

La lista dei difetti

Anche se devi imparare ad accettare che al cuore non si comanda e che non puoi piacere a tutti, se lui non ti ha scelta, aggrappati al detto più in voga tra le mamme in queste occasioni: non ti merita. Esatto, non sei tu ad avere qualcosa che non va, ma è lui ad essere incapace di cogliere in te i tratti della donna della sua vita. Già che ci siamo, è anche spocchioso, antipatico e troppo altro. Non ti fermare, prendi carta e penna ed elenca uno ad uno i suoi terribili difetti; in questa operazione puoi farti assistere dalle tue amiche, che sapranno individuare tutte le macchie sul mantello di quello che credevi il principe azzurro. Alla fine rileggi tutto; se ti trovi a chiederti come hai fatto ad invaghirti di un simile soggetto, sei a buon punto.

Scegli la colonna sonora

Ci sono brani che non andrebbero mai ascoltati dopo una rottura o un rifiuto; purtroppo abbiamo l’assurda tendenza a farne la colonna sonora della nostra disperazione, quasi che lo struggersi fino allo sfinimento possa tirar fuori tutta la tristezza che proviamo. Ci illudiamo che dopo un pianto a dirotto saremo pronte a ripartire e finiamo invece per ritrovarci avvolte nei pile, struccate, in tuta e con i capelli arruffati, mentre il mascara cola e ci trasforma in una maschera che farebbe la sua bella figura ad Halloween. Allora, coraggio: prendi il tuo lettore mp3, seleziona la playlist struggente e abbi il coraggio di cancellarla e sostituirla con tutti i pezzi che da sempre ti danno la carica. È ora di rialzarsi e reagire.

Scaccialo dalla mente

Come si scaccia un pensiero fisso dalla mente? Occupandola in modo inverosimile, fino a che non sia possibile trovare lo spazio nemmeno per un micropensiero sfuggente. Ancora una volta, le amiche sono una carta da giocare senza remore; ma attenzione, non ti basteranno le chiacchiere, quello che ti serve è un impegno, anche un lavoro fisico e manuale. Deciditi finalmente a spostare i mobili di casa per dare nuova vita all’ambiente o a fare tutto quello che può essere utile allo scopo; evita invece i lavori contemplativi, come quegli hobby che ormai padroneggi benissimo e che, come ben sai, spesso utilizzi proprio per riflettere e ragionare con calma. Se non trovi nulla che faccia al caso tuo, punta al classico: shopping compulsivo in compagnia o una serata tra donne; fanno miracoli.

Punta alle stelle

Lo abbiamo già accennato, ma è una premessa d’obbligo per questo punto: se ti ha rifiutata, non significa che tu abbia qualcosa che non va. Potresti aver semplicemente incontrato una persona con gusti ai quali non corrispondi (è umano, dobbiamo farcene una ragione) o anche essere incappata in un imbecille. In ogni caso, non è colpa tua. Detto questo, la brutta avventura che stai affrontando e il modo in cui la vivi, ti dicono qualcosa in più di te; evidentemente hai lasciato qualcosa di irrisolto e se permetti che un contrattempo ti abbatta in questo modo, forse sotto sotto covi un po’ di insoddisfazione per quello che sei. Approfitta della rivelazione e avvia il cambiamento: alzati, infila le scarpe e vai a correre, oppure iscriviti in palestra; sfrutta tutta quell’energia che ti farebbe piangere per ore incanalandola in modo positivo e usandola per migliorare ciò che non ti piace di te stessa.

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *