L’Albero della Vita dell’Expo è una copia? Ecco la verità

A Coney Island ed a Singapore, ci sono installazioni, a detta di molti, troppo somiglianti all'Albero della Vita, simbolo indiscusso dell'Expo

A Coney Island, la penisola di Brooklyn a New York City, c’è un’installazione molto simile al nostro Albero della Vita, simbolo indiscusso dell’Expo 2015.

Illuminato di vari colori, si trova lì da molto tempo, ma solo di recente ha attirato la nostra attenzione. Già qualche mese fa, l’Albero della Vita era stato accusato di essere una copia dei Supertrees dei Gardens by the Bay di Singapore. Lo stesso Chris Wilkinson, colui che ha progettato l’opera presente a Singapore, subito dopo averlo visto aveva dichiarato di volersi consultare con i suoi stessi legali, al fine di tutelare da una copia la sua idea.

Molti architetti italiani, avevano concordato con lui, schierandosi contro la poca originalità del progetto. Insomma il nostro Albero, disegnato da Balich e realizzato da un consorzio di aziende bresciane, ancora una volta, rischia di essere accusato di plagio.

Ed ecco la fotografia dell’installazione presente a Coney Island:
coney-island
La somiglianza, sia con quello di Coney Island, sia con quelli di Singapore, è evidente. Anche se, in realtà, il significato dell’Albero della Vita è italianissimo: riprendere un progetto di Michelangelo, che prevedeva una struttura culminante in una stella a dodici punte, che doveva rappresentare le costellazioni. Generalmente siamo noi italiani ad essere copiati, sono le nostre opere e le nostre manifatture, a fungere da modello ad altri, speriamo che la tendenza non si stia invertendo.

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *