Colazione e gravidanza: quali sono gli alimenti da preferire?

Fare colazione è importante per affrontare al meglio la giornata, ma quali sono gli alimenti "amici" quando si è in stato interessante?

Non è un segreto ormai che la colazione sia il pasto più importante della giornata; lo dicono gli esperti nutrizionisti e, specialmente nel periodo della gravidanza, bisogna prestare la giusta attenzione a ciò che si mangia.

Durante la dolce attesa, il corpo ha bisogno di maggiori energie per svolgere le normali mansioni e in questo momento più che mai è essenziale assumere tutte le vitamine e i minerali di cui l’organismo ha bisogno. Non si deve trattare di una colazione fatta al volo con le prime cose che si trovano in dispensa, bensì deve essere un pasto bilanciato e sano che faccia bene al bambino che si porta in grembo, perché anche lui assimilerà ciò che viene ingerito.

Frutta per acquisire energia

Fino a qualche decennio fa vi era la credenza che la futura mamma dovesse mangiare per due: per sé e per il suo bambino. Si tratta di un mito ormai sfatato e che comportava anche problemi per la gestazione. I pasti devono essere completi, ma non necessariamente abbondanti. Sicuramente da evitare sono i cibi industriali che possono contenere quantità di zuccheri e sale in dosi eccessive rispetto a quelle consigliate dai medici. Via libera, quindi, ai cibi naturali e fatti in casa e, in particolar modo, un grande alleato è la frutta che, oltre ad essere fonte di vitamine, dona la giusta energia per affrontare la giornata. Se non siete abituate a masticare già di prima mattina – è uno dei motivi per cui spesso si salta la colazione – potrete consumare una spremuta d’arance oppure bere un centrifugato o un frullato con un mix di frutta.

Fibre per combattere le nausee

Uno dei problemi più fastidiosi della gravidanza è la nausea, provocata dall’aumento dei tassi di progesterone nel sangue (un ormone importante perché riduce, tra le altre cose, il rischio di aborto). Un rimedio per contrastare questo fastidio è la masticazione di cibo secco ricco di fibre. Cereali, pane e biscotti integrali, infatti, aiutano a contrastare e prevenire le nausee. Da non escludere dalla colazione è anche il consumo di frutta secca che, mangiata in piccole quantità, contribuisce ad apportare energie.

Latticini per il calcio

Latte e yogurt sono ottimi per donare il giusto apporto di calcio e vitamina D di cui ha bisogno il bambino. Possono essere consumati da soli o mischiati con i cereali e la frutta per rendere il tutto più gustoso.

Cosa evitare

Come prevedibile, è necessario limitare o eliminare del tutto il consumo di caffè, thè e cioccolata. È possibile consumarne una piccola quantità al mattino per poi evitarne l’assunzione durante tutta la giornata, ma se non potete fare a meno di una bevanda che vi dia energia potete provare il caffè d’orzo, dal gusto particolare ma con effetti rinvigorenti. Evitate, inoltre, cibi confezionati che contengono grandi quantità di grassi idrogenati e preferite biscotti fatti in casa o qualche dolcetto preparato nella vostra panetteria di fiducia.

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *