Frasi profonde su Facebook: chi le condivide è più stupido? Risponde la scienza

Facebook è pieno di utenti che condividono frasi profonde sulla loro bacheca, ma chi condivide queste citazioni è più stupido? La scienza è in prima linea per dare la risposta

Chi condivide frasi profonde su Facebook è più stupido? Secondo uno studio scientifico del dottorando canadese Gordon Pennycook sì.

Il giovane dottorando ha condotto un esperimento su 300 persone il cui risultato ha determinato che chi tende a condividere frasi di una determinata profondità sul suo profilo di Facebook è più stupido, quindi meno intelligente, meno riflessivo, e sì, anche credulone. Il test effettuato consisteva nel dare una sorta di valutazione alle classiche frasi senza senso che circolano sul noto social network, valutazione che doveva essere data secondo una scala da 1 a 5, dove 1 corrispondeva a “cavolata” e 5 a “profondità”. I risultati del test hanno dimostrato che chi ha risposto dando profondità alle frasi non solo ha un QI più basso, ma è il classico soggetto che crede nel paranormale e nelle teorie complottiste.

Lo studio di Pennycook si chiama “On Reception and Deection of Pseudo-profound Bullshit”, basato sul sito Sebpearce.com, il quale contiene una sorta di generatore di frasi senza senso dal nome “New Age Bullshit Generator”. Da qui, l’idea dell’esperimento.

Mi sono imbattuto nel sito e la domanda è sorta spontanea: qualcuno si era mai occupato di studiare il fenomeno? Volevo capire se la gente pensa davvero che frasi del genere abbiano una qualche profondità. Io stesso spesso mi ritrovo delle citazioni che magari non sono così imbarazzanti, ma girano un sacco di frasi motivazionali… c’è la citazione, e sullo sfondo la foto di una persona che non è sicuramente quella che ha pronunciato la frase. Di queste se ne vedono un sacco.

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *