Cinque consigli per una perfetta pulizia del frigorifero

La pulizia del frigo va fatta con una certa regolarità, sia per motivi igienici che per la buona manutenzione dell'elettrodomestico: ecco cinque consigli per pulire con efficacia il frigorifero

Una buona manutenzione e pulizia del frigorifero è indispensabile per mantenerlo in “perfetta forma” e per risparmiare energia.

Il frigorifero è, probabilmente, l’elettrodomestico più sottoposto a stress di tutta casa: provate a contare quante volte aprite e chiudete la porta del frigo per prendere i cibi o per metterli dentro dopo la spesa, per preparare i pasti, per controllare se manca qualcosa da acquistare, per fare uno spuntino e via dicendo. Va da sé che tenere pulito il frigorifero è una questione di estrema importanza anche per motivi di salute: le muffe possono svilupparsi in men che non si dica, come anche qualche briciola caduta può andare a male e riempire il frigorifero di cattivi odori o, a seconda dell’ingrediente, potrebbe sgocciolare sugli altri alimenti e rovinarli. Ecco, allora, qualche piccolo ma utile accorgimento per la pulizia del frigo.

La pulizia interna del frigorifero

Per pulire internamente il frigorifero è meglio usare una soluzione di acqua e aceto (oppure acqua e bicarbonato di sodio): si tratta di prodotti naturali e quindi sono da preferire ai vari detersivi. Se, comunque, volete pulire internamente il frigorifero con dei detersivi, assicuratevi di usare quelli che non fanno schiuma, sì da facilitare il risciacquo, e ponete molta attenzione al loro profumo che potrebbe poi trasferirsi anche alle pietanze conservate nel frigo stesso.

Per una pulizia approfondita sarebbe meglio togliere tutti i ripiani, gli eventuali cassetti e gli accessori in modo da poter raggiungere facilmente tutti i punti. I ripiani e gli altre accessori possono essere lavati sotto l’acqua corrente, poi asciugati e rimessi al loro posto. Abbiate cura di posizionare sul fondo del frigorifero un asciugamano, in modo da raccogliere l’acqua che goccia durante le operazioni di pulizia. Prima di riempire nuovamente il frigorifero, asciugate le pareti e gli interstizi.

Un’attenzione particolare va posta ai frigoriferi che restano in disuso per un po’ (come quello delle case di vacanza o un frigo secondario che potreste avere in casa): spegneteli, puliteli come indicato sopra, asciugateli e poi lasciate aperti gli sportelli, per evitare che si formino muffa e si generino cattivi odori.

Il freezer, sbrinatura e pulizia

Sbrinate l’apparecchio non appena lo strato di ghiaccio supera i 2 millimetri di spessore. La brina sottrae freddo, forma uno strato isolante e accresce il consumo di energia fino al 10%, riducendo anche lo spazio utilizzabile. In ogni caso è bene sbrinare il freezer almeno una volta l’anno. Per pulire il reparto freezer, prima di tutto svuotatelo sistemando tutto il contenuto nelle borse termiche, quindi staccate la presa per evitare problemi con la corrente quando il ghiaccio si scioglierà. Togliete anche i ripiani e i cassetti se ci sono, e lavateli a parte nel lavabo. Se dovete solo pulirlo, usate la stessa miscela di acqua e aceto (o bicarbonato) utilizzata per il frigo, quindi asciugate, e riempite nuovamente.

Se dovete sbrinare il freezer, utilizzate soltanto l’apposita spatola di plastica, non utilizzate mai lame o utensili di acciaio. Procedete in questo modo: a terra mettete degli stracci per raccogliere l’acqua che sgocciolerà, mentre all’interno del freezer potete posizionare bacinelle con acqua calda per velocizzare il processo di sbrinatura. Rimuovete, quindi, il ghiaccio e la brina in eccesso con una spatola in plastica e asciugate per bene il tutto prima di riempirlo nuovamente e re-inserire la presa di corrente.

Le guarnizioni del frigo

Un’attenzione particolare va posta alle guarnizioni di gomma delle porte: vanno controllate periodicamente che siano in buono stato e, se sono scollate o deteriorate sostituitele; pulitele regolarmente le guarnizione della porta per mantenerle elastiche. Lavatele sempre con acqua e bicarbonato e aceto e poi asciugatele.

L’esterno del frigo

La parte esterna del frigo è la più semplice da pulire: potete usare un prodotto di pulizia che più vi piace, facendo sempre attenzione che non sia corrosivo o che non scolorisca il frigorifero. Solitamente i libretti di istruzione del frigorifero contengono istruzioni su quali prodotti è meglio utilizzare secondo il costruttore. Non dimenticate di pulire la parte superiore esterna del frigo, sulla quale si deposita diversa polvere.

Anche la serpentina va pulita

È scomodo da fare, senza dubbio, ma bisogna pulire anche la serpentina del frigorifero. Di tanto in tanto, eliminate lo strato di polvere che si forma sulla serpentina del condensatore sul retro del frigorifero: la sua presenza aumenta notevolmente i consumi perché non permette un buon raffreddamento. Prima di pulire la serpentina, ricordatevi di staccare la presa di corrente per una maggiore sicurezza.

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *