Tre modi strabilianti per pulire il forno a microonde

Il forno a microonde è molto utile in casa ma, come tutti i forni, ha bisogno di essere pulito: ecco tre consigli per pulire il forno a microonde in modo veloce e naturale

Lo statunitense Percy Spencer merita tutta la nostra gratitudine: fu lui, infatti, che in maniera del tutto casuale scoprì la possibilità di cuocere con il microonde mentre era intento a realizzare un apparecchio radar. Eravamo nel 1947 e il primo forno a microonde fu immesso sul mercato una ventina d’anni dopo, ma è grazie a lui che oggi è molto più facile e veloce cucinare.

È inutile negare l’utilità del forno a microonde: dal semplice scongelamento alla cottura dei piatti, oggi questa tipologia di forno è veramente versatile e consente di muoversi velocemente e facilmente in cucina e tra i fornelli. I forni a microonde oggi in commercio fanno quasi di tutto, dallo scongelare i cibi al cuocerli al vapore, con tutto quello che c’è in mezzo. Va detto, comunque, che, per quanto utile, non è il caso di ricorrere al microonde quando si cucina per molte persone o quando si scelgono preparazioni che richiedono interventi “in superficie”, come la rosolatura. Comunque, in ogni caso, l’utilizzo del forno a microonde è un vero toccasana in molte famiglie.

Tutto bello e buono, quindi. Ma, come pulire il forno a microonde senza impazzire? Al pari del forno tradizionale, infatti, anche il forno a microonde va pulito con regolarità, sia per garantirne l’igiene che per tenerlo in buono stato e funzionante. Vediamo insieme tre modi naturali ed efficaci per pulire il microonde.

L’aceto bianco

L’aceto bianco – sempre utile nelle pulizie in cucina – può essere usato per la pulizia del forno a microonde. Prendete un contenitore adatto al forno, riempitelo fino alla metà con acqua e aggiungetevi un cucchiaio di aceto bianco, quindi mettete il contenitore nel microonde e fatelo andare per 5 minuti a temperatura media (seguite le istruzioni del vostro forno per scegliere la temperatura). In questo modo si creerà un vapore che andrà ad ammorbidire le varie incrostazioni presenti sulle pareti del forno a microonde. Passati i 5 minuti, togliete il contenitore dal forno e pulite l’interno del forno con uno straccio pulito. Alla fine lasciate aperto per un po’ lo sportello del microonde in modo che poi non si senta troppo l’odore dell’aceto.

Il bicarbonato

Il bicarbonato è un formidabile alleato nelle pulizie di casa, anche per far splendere i sanitari, e lo possiamo usare per la pulizia del microonde. Ecco come fare: riempite per metà con acqua una terrina, aggiungetevi quattro cucchiai di bicarbonato, mettete in forno e fate andare per 2 minuti a temperatura alta, quindi togliete e pulite il microonde con un panno asciutto.

Il limone

Se avete necessità di sgrassare bene a fondo il forno a microonde, allora potete usare del limone. Le modalità di pulizia sono sempre le stesse descritte sopra (cioè si fa “cuocere” il prodotto nel forno in modo che sprigioni del vapore, quindi si passa a pulire le pareti che saranno ammorbidite grazie al vapore stesso). In pratica, tagliate a metà il limone e sistemate i due pezzi ottenuti in un piatto adatto al forno a microonde con la parte tagliata rivolta verso il basso; unite due cucchiai di acqua, mettete tutto in forno e fate partire il forno per 1 minuto a temperatura elevata. Togliete il piatto e procedete alla pulizia con un panno asciutto.

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *