L’ovetto kinder è vietato nei supermercati degli Stati Uniti. Perché?

Nei supermercati degli Stati Uniti gli ovetti Kinder sono vietati, ecco i motivi

L’ovetto Kinder prodotto dalla Ferrero, rinforzo positivo per eccellenza dei bambini italiani, è vietato negli Stati Uniti dal 1997. La Consumer Product Safety Commission, ovvero la commissione federale per la sicurezza dei prodotti di consumo, infatti, proprio in quell’anno stabilì il sequestro di oltre 15.000 ovetti, che vennero ritirati dal commercio. Il motivo sta in ciò che rende l’uovo di cioccolato tanto desiderato dai bambini: la sorpresa è considerata troppo pericolosa per bambini di età inferiore ai tre anni. “L’oggetto non commestibile incorporato”, anche detto “sorpresa”, potrebbe, qualora venisse ingerito o inalato, provocare problemi di salute.

La Ferrero all’epoca approvò l’iniziativa, non prima di aver sottolineato che il prodotto, da anni, era commercializzato in ben 90 Paesi, Italia compresa, ed aggiungendo che l’azienda non esportava negli Stati Uniti e si sarebbe impegnata a perseguire chiunque lo facesse illegalmente a suo nome. In Europa, la questione della pericolosità degli oggetti-sorpresa, è stata risolta attraverso l’inserimento del medesimo in un contenitore a prova di bambino con età inferiore ai tre anni. Certo, una volta aperto il contenitore e montato il suo contenuto, il controllo spetta al genitore. L’azienda ha sottolineato, inoltre, che le statistiche sono a suo favore e che finora non si sono ancora registrate vittime da sorpresa.

Insomma, bandite le uova Kinder dai supermercati degli Stati Uniti, che però continuano imperterriti a vendere armi d’assalto e di statistiche su quante vittime facciano quelle, evitiamo di parlarne.

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *