La carriera non è nemica della coppia: lo conferma una ricerca

Chi ha una vita lavorativa frenetica ed intensa, riesce a sfruttare meglio ed in modo più appagante il poco tempo dedicato alla vita di coppia

Molte leggendo il titolo, avranno sicuramente pensato: “Certo, se vivessimo in vacanza, alla Irene Grandi, non dovremmo preparare il pranzo dopo cena e non dovremmo stirare in pausa pranzo, saremmo meno nervose di iene! Sicuramente, si!”

In realta, un gruppo di studiosi guidati da Dana Unger, ricercatrice del Politecnico federale di Zurigo, si è impegnato per dimostrare che la carriera non divide, anzi, permette di sfruttare in modo più intenso il poco tempo di coppia che la vita concede. Lo studio è stato pubblicato sulla rivista di scienze sociali Human Nature. Esso è stato condotto su 285 coppie per sei mesi. Entrambi i partner, delle coppie in questione, sono in carriera, lavorano per almeno 44 ore settimanali ed hanno un’età non superiore ai 39 anni. Al termine dei sei mesi, è stato chiesto loro, di sottoporsi alla compilazione di un questionario. I dati emersi, hanno dimostrato che, avendo meno tempo a disposizione, una coppia tende a sfruttarlo in modo più intenso, produttivo e stimolante e, soprattutto, lo apprezza di più e ne trae più soddisfazione. Infatti, come dichiara uno dei ricercatori coinvolti:

Gli studi precedenti sembrano suggerire che i partner debbano decidere se preferirebbero rischiare la carriera o la vita di coppia. I nostri risultati mettono invece in discussione l’ipotesi del senso comune su un’associazione negativa tra ore trascorse al lavoro e soddisfazione nella relazione!

D’altronde, a chi non è mai capitato, durante questo periodo di condivisione di ferie, di guardare il proprio compagno e dirgli, con aria per nulla romantica: “Ma, insomma, quando torni al lavoro tu?”.

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *