Convivenza: sei errori da evitare

La convivenza non è facile, è un grande cambiamento per entrambi, e per farla funzionare bisognerebbe non commettere errori irrimediabili, vediamo quali

Al giorno d’oggi moltissime coppie decidono di andare a convivere prima di sposarsi, o anche di non sposarsi affatto.

Che si sia in affitto o si abbia acquistato una casa insieme, vivere insieme ad un’altra persona non è facile, poiché ognuno ha le sue abitudini. A volte, infatti, tutto l’amore del mondo non basta e, inevitabilmente, molte coppie non superano i 6 mesi di convivenza, lasciandosi anche in malo modo. Vivere con un’altra persona significa speso scendere a compromessi, che sono utili per cercare di far sopravvivere la storia a questo grande cambiamento. Se tu e il tuo lui riuscirete a superare i primi mesi di rodaggio, la vostra convivenza andrà a gonfie vele, così come la vostra storia d’amore. Ecco, dunque, quali sono i sei errori da evitare per fa funzionare la convivenza con il tuo lui.

Cercate di cenare sempre insieme

Dovete riuscire a ritagliarvi degli spazi solo per voi due. Gli impegni sono tanti per entrambi e non è facile far coincidere il tempo libero, ecco perché cenare insieme può essere un buon compromesso per passare del tempo insieme, solo voi due. Quindi, sarebbe bene ridurre ad uno a settimana gli aperitivi dopo il lavoro, e tornare a casa dal tuo compagno.

Il monopolio della tv

Troppo spesso capita che la sera, dopo cena, uno guardi la tv e l’altro faccia qualcosa di diverso in un altra stanza della casa, perché non è d’accordo sul film o programma televisivo che il primo ha scelto. Fate una volta per uno, anzi, sarebbe bene decidere sempre insieme che cosa guardare in tv. Magari un bel film accoccolati sul divano.

Non essere ossessionata dall’ordine

Si sa, gli uomini e l’ordine non sempre vanno d’accordo. Sono poche le donne fortunate che hanno a che fare con uomini ordinati, che mettono a posto le loro cose e non lasciano nulla in giro. Il resto della popolazione femminile, invece, ha a che fare con uomini che lasciano calzini, maglietta, jeans e scarpe in giro per casa, in stile campo minato. In questo caso, fai un bel respiro e cerca di mantenere la calma: non urlargli contro, ma piuttosto cerca, lentamente e armata di tantissima pazienza, di “insegnargli” che le sue cose vanno messe a posto e fargli capire che tu non sei la sua mammina.

Dividetevi le faccende di casa

Anche qui vale lo stesso discorso dell’ordine: anche se una donna sa pulire meglio di uomo, non fare tutto tu. Non sei la sua donna delle pulizie, devi farti aiutare. Un buon metodo è decidere il giorno delle pulizie e farle insieme: mettete un po’ di musica di sottofondo, e pulire sarà addirittura più divertente.

Non richiudetevi nel vostro nido d’amore

Cercate di non rinchiudervi in casa tutto il tempo: uscite, incontrate gli amici, andate al cinema. Passare troppo tempo insieme, chiusi in casa, porterà alla monotonia e alla noia nei confronti della vita di coppia e, di conseguenza, del tuo compagno.

Attenzione alle spese

A meno che non si sia ricchi di nascita, andare a vivere insieme comporta una spesa notevole. Cercate di non sperperare i vostri soldi e amministrateli nel modo corretto. Ricordatevi che da ora le bollette di casa e la spesa della settimana non è compito dei tuoi genitori, ma tua e del tuo compagno. A volte l’amministrazione sbagliata dei soldi può crear problemi notevoli all’interno della coppia.

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *