Sette buoni motivi per mangiare la pizza

La pizza non ha bisogno di presentazioni e trova fan dappertutto. Nel caso non bastasse la fama che la precede, ecco sette buoni motivi per mangiarla

È molto probabile che se chiedessimo a parenti, amici, complici e amanti quale piatto amino di più, in molti risponderebbero che è la pizza. Del resto è uno dei piatti più consumati ogni giorno in tutto il mondo.

La pizza, come ben sappiamo, è un piatto di origine napoletana molto semplice: una base di acqua, farina e lievito che poi viene condita con vari ingredienti. E qui viene il bello: perché il condimento è quello che rende la pizza un piatto universale e versatile. Mentre la base è più o meno la stessa in tutto il mondo (può cambiare il tipo di farina o lo spessore della pizza), quello che ci si mette sopra cambia a seconda dei gusti personali e delle tradizioni enogastronomiche dei vari paesi: dal pomodoro e mozzarella, all’ananas e frutta in genere, per finire agli insetti o anche carne.

In ogni caso, la pizza – sia essa semplice o con ingredienti “strani”, sottile o alta – è apprezzata in tutto il mondo e viene consumata in quanto è un piatto buono, completo, originale e sempre vario. Ed ecco altri Sette motivi per mangiare una buona pizza.

La pizza ha buoni valori nutrizionali

La pizza è un alimento completo, visto che contiene carboidrati nella base e, a seconda degli ingredienti per condirla, proteine, fibre e grassi. Essendo un piatto così ricco di ingredienti e salutare (a patto che non si esageri, come tutto del resto) è tra i più diffusi al mondo e tra quelli che più si sono adattati alla cultura di ogni singolo luogo.

È un piatto che si trova in qualunque parte del mondo

Se si è in viaggio di lavoro o di piacere, si sa per certo che in qualunque parte del mondo ci si troverà, ci sarà anche una pizza, magari molto diversa da quella cui siamo abituati, ma comunque ci sarà. Non è difficile trovare pizzerie in giro per il mondo e anche consumare pezzi di pizza nei banchetti che vendono street food e mangiarli camminando per le vie della città che ci ospita, magari dall’altra parte del mondo.

È un piatto facile da preparare in casa

La pizza si trova in tutto il mondo, ma anche in quasi tutte le case del mondo, perché è un piatto facile da preparare. Anche chi non sa destreggiarsi con gli impasti, può trovare la pasta pronta al supermercato, tanto fresca quanto surgelata, e poi condirla con quello che si ha in casa. E se proprio si è negati, esistono le pizze già pronte da tenere nel congelatore.

La pizza piace a bambini, giovani e adulti

Cosa hanno in comune serate con gli amici, compleanni dei bambini, rimpatriate scolastiche, serate di calcio dinanzi alla tv, maratone di cinema? Esatto: la pizza! Quando ci si ritrova per il piacere di stare insieme, sappiamo bene che una pizza metterà d’accordo tutti e si prepara in tempi veloci, senza perdere tempo a “spignattare” in cucina. E al limite se non si ha tempo o voglia di prepararla in casa, si chiama la pizzeria più vicina e la si ordina, così poi non si dovranno nemmeno lavare i piatti!

È divertente preparare la pizza con i bambini

Coinvolgere i bambini nella preparazione della pizza in casa è molto divertente e utile. Divertente perché la pizza può diventare un po’ come il cestino della merenda di Cappuccetto rosso con tutte le delizie che i piccoli vorrebbero ci fosse su una pizza e perché potrebbe essere un’attività da fare insieme a loro in occasione del compleanno; utile perché i bambini possono pasticciare e imparare così non solo a cucinare ma anche a esercitare la manualità, che è una risorsa preziosa da saper gestire.

La pizza è un piatto che (quasi) non macchia

Vantaggio non secondario della pizza è che nel prepararla non si utilizzano pentole (e questo vuol dire non lavarle dopo) e nel mangiarla, visto che possiamo tranquillamente mangiarla con le mani, non si utilizzano posate. Certo, se vi cade addosso o per terra… è un altro discorso!

Sulla pizza può andarci di tutto

Come detto, i condimenti per la pizza possono essere dei più vari: si va dalla pizza bianca, cioè senza nessun condimento o con al massimo qualche grano di sale grosso in superficie, a certi mappazzoni preparati dall’estro (o dalla follia, fate voi) di pizzaioli in tutto il mondo. Esiste anche la pizza che ha una foglia d’oro in superficie a testimoniare che sulla pizza ci va proprio di tutto.

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *