Sette curiosità che forse non conosci sul cioccolato

Il cioccolato è buono e fa anche bene, ma quali sono le curiosità di questo cibo speciale?

Il cioccolato è uno di quegli alimenti che porta con sé molte passioni e che ha sempre più fan in giro per il mondo, che, oltre a mangiarlo, ne decantano virtù e proprietà.

Il cioccolato si ottiene aggiungendo zucchero a due prodotti derivati dalla manipolazione delle fave di cacao: la pasta e il burro. A partire da questa base si lavorano i vari tipi di cioccolato che conosciamo, che dipendono dalla diversità delle percentuali dei vari ingredienti. Fondente, al latte, bianco, in polvere e in altre forme e gusti il cioccolato riscuote sempre successo. Infatti a chi non piace? Oltre a mangiarlo, e magari a usarlo in cucina, è bene anche informarsi e imparare cose nuove su questo affascinante alimento. Ecco, dunque, sette curiosità sul cioccolato che forse non tutte sanno e che vale la pena scoprire.

Naturalmente, non sono queste le uniche curiosità sul cioccolato: ce ne sono molte altre e alcune molto interessanti. Il fatto è che, piaccia o meno come alimento (veramente a qualcuna non piace?), il cioccolato è anche un tema di conversazione per ogni occasione: è bene saperne qualcosa, quindi, per poter magari ravvivare una conversazione che sta languendo!

Il sapore del cioccolato non è sempre stato dolce

All’inizio il cacao – nello specifico le sue bacche – dava origine a una bibita amara che si mescolava con spezie e radici: un sapore totalmente diverso da quello che conosciamo oggi e che manda in visibilio milioni di persone in tutto il mondo.

Mangiare cioccolato fa bene alla salute

Più si ricerca sul cioccolato e più benefici vi si trovano: è un alimento ricco di ferro e magnesio; è un potente antiossidante; riduce il colesterolo; è buono per il cuore e non produce né carie né acne, come invece si riteneva fino a poco tempo fa.

Il cioccolato è velenoso per i cani

Il cioccolato non va d’accordo con i cani: anche se loro lo mangerebbero volentieri, non bisogna dargliene. Nei cani, infatti, il cioccolato può causare vomito, diarrea, iperattività, come anche far loro avere infarti e portarli alla morte. Tutto questo è dovuto alla teobromina, ingrediente tossico che è presente nel cioccolato. Pertanto, se il vostro cane fa gli occhioni dolci o mette in pratica una delle sue strategie di convinzione mentre lo state mangiando, non dategliene per nessuna ragione al mondo.

La produzione di cacao nel mondo è limitata ad alcuni Paesi

Nonostante le tantissime varianti del cioccolato, il cacao viene prodotto in pochi Paesi. Il principale produttore di cacao a livello mondiale è la Costa d’Avorio; seguono Ghana, Indonesia, Nigeria, Camerun, Brasile, Ecuador, Trinidad e Tobago, Madagascar e Venezuela. È bene informarsi sulla produzione del cacao, dal momento che lo sfruttamento della manodopera può essere sempre presente.

Il Piedra de plata è il cioccolato più caro del mondo

Coltivato a Manabí, in Ecuador, questo cioccolato che risponde al nome di Piedra de plata si vende a 250 dollari per ogni barretta da 50 grammi. Il cacao da cui si ottiene è prodotto da quattordici agricoltori che hanno il divieto assoluto di usare prodotti chimici nella coltivazione.

Il cioccolato si consuma principalmente in Paesi sviluppati

Sebbene il cioccolato si produca in Paesi in via di sviluppo, a consumarlo sono principalmente i Paesi europei – con la Spagna al primo posto – e gli Stati Uniti.

La richiesta di cioccolato non diminuisce

È così grande l’amore verso il cioccolato e così tanti coloro che lo consumano, che la richiesta attuale ne sta mettendo in pericolo la produzione futura. Le previsioni non sono così serene e sembra che entro pochi anni si avranno forti limitazioni nella consumazione. Un fatto preoccupante per gli amanti del cioccolato.

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *