Categorie Coppia

5 regole per andare d’accordo con i figli di lui

Come andare d'accordo con i figli di lui? Ecco le 5 regole da seguire per una convivenza il più possibile serena e felice

Spesso la famiglia allargata nasconde molte più insidie di quello che si possa pensare. Quindi se vi siete innamorate di un uomo con prole al seguito, è bene che vi appuntiate subito queste 5 regole per andare d’accordo con i figli di lui.

Partendo dal presupposto fondamentale di essere se stesse e non snaturarsi per risultare ciò che non si è, è bene ricordare che ci vorrà del tempo, e molto lavoro, per trovare un sano equilibrio che soddisfi tutti i componenti della nuova famiglia. Il percorso sarà più o meno semplice anche, ovviamente, in base alla vostra capacità di adattarvi ad una nuova situazione e alla  predisposizione a voler davvero conoscere ed entrare in empatia con i figli del vostro partner.

1) Datevi tempo

Un errore in cui spesso si può incappare è quello di lasciarsi travolgere dagli eventi e di voler instaurare subito un rapporto idilliaco con i figli del vostro lui. Niente di più sbagliato. Come per tutte le cose anche qui ci sono tempi da rispettare, i vostri e quelli dei figli del partner, che non sempre coincideranno, ma si presuppone che la parte dell’adulto tocchi a voi per cui non abbiate fretta di fare amicizia o di essere simpatiche a tutti i costi. Iniziate una conoscenza graduale, il più possibile spontanea e rilassata. I bambini hanno la capacità di capire se gli atteggiamenti che gli vengono rivolti siano sinceri, per cui dimostratevi gentili, ma non forzatevi ad avere atteggiamenti che non vi corrispondono o ben presto non sopporterete più la situazione.

2) La mamma non si tocca

Può apparire ovvio, ma nella realtà non è sempre così. Vietato parlare male della mamma ai figli del vostro lui. Potrebbe anche essere per voi la degna reincarnazione di Satana, potrebbe avervi fatto passare le pene dell’inferno per essere ora al fianco del suo ex- marito o compagno o potrebbe semplicemente non essere degna dell’appellativo di “madre” ai vostri occhi, ma nulla di tutto questo è importante. La mamma è sempre la mamma e per quanto il vostro partner possa parlarne male,  voi non potete e non dovete assolutamente mai schierarvi contro di lei in presenza dei suoi figli. Pensate se qualcuno parlasse male di vostra madre, come reagireste?

3) State al vostro posto

Questa è senza dubbio la regola più difficile da rispettare, specialmente se i figli di lui vivono insieme a voi, anche solo per i fine settimana. Vi capiterà di assistere ai classici scontri padre-figli o di rodervi il fegato perché non sopportate di vedere il vostro partner totalmente in balia dei capricci di bambini a vostro avviso troppo viziati. Il consiglio che vale oro? Restatene fuori. Potrà apparire una soluzione di comodo, ma vi assicuro che in certi momenti sarebbe molto più liberatorio per voi intervenire in difesa del vostro partner assumendo atteggiamenti di rimprovero nei confronti dei suoi figli, piuttosto che osservare e tacere. Tuttavia se non volete andare in contro a frasi del tipo: “Non puoi dirmi cosa fare, tu non sei mia madre!” è bene che impariate sin da subito che a voi non spetta alcun ruolo educativo nei confronti dei figli del vostro lui. Per questo ci sono, appunto, il padre e la madre.

4) Sdrammatizzate

Che si tratti di bambini ancora piccoli o di adolescenti in piena crisi ormonale, che abbiate instaurato o meno un buon rapporto con loro, prima o poi vi troverete ad affrontare alcuni conflitti. Capiterà che i figli del vostro partner si rivolgeranno a voi con toni o atteggiamenti sbagliati, che vi risponderanno male o vi ignoreranno quando gli domanderete di fare qualcosa. Non vi dico che sarà facile, ma tenete sempre a mente che non vi è concesso mettervi al loro livello, per cui comportatevi da persone adulte ed evitate di attaccarli in maniera dura, vi ritrovereste solamente con musi lunghi e un partner tra due fuochi: voi e i suoi figli. Se sono abbastanza grandi da capire potete parlargli apertamente dicendo le cose che non vi stanno bene, se sono invece troppo piccoli fate comunque notare l’atteggiamento sbagliato, ma in maniera soft e poi, per il vostro bene, sdrammatizzate gli scontri ricordando che, alla fine, anche gli stessi genitori si trovano spesso a vivere momenti difficili.

5) Non siate gelose

La gelosia è una cattiva compagnia, sempre. Non siate mai gelose del rapporto che il vostro lui ha con i suoi figli. Si tratta di amori diversi che non vanno paragonati. Ricordate anche che se vi siete innamorate di lui vuol dire che deve avervi colpito anche il suo lato accudente e amorevole che sicuramente ha rinforzato grazie al suo essere padre. Come in tutte le coppie poi il dialogo diventa indispensabile per crescere insieme come coppia ed affrontare eventuali problemi che possono nascere dalla convivenza con i suoi figli. Infine non dimenticate che i suoi pargoli sono per lui l’amore più grande della vita, per cui cercate di non parlargliene male, neppure se siete arrabbiate con loro. Rilassatevi e magari godetevi qualche bel momento tutti quanti insieme. L’amore farà il resto.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *