Io prima di te: film e curiosità

Ecco alcune curiosità su una delle pellicole più attese di questa estate 2016. Si tratta del film Io prima di te, uscito in questi giorni nelle sale americane e inglesi

Tratto dall’omonimo romanzo della scrittrice Jojo Moyes, il film Io prima di te è una delle pellicole più attese qui in Italia. Già un successo in USA e Inghilterra, dove è uscito in questi giorni, il film promette di non deludere, anche grazie ai due bravissimi attori protagonisti.

I belli e talentuosi Sam Claflin (The Hunger Games) e Emilia Clarke (Il trono di spade) interpretano magistralmente il ruolo dei due personaggi principali ovvero William Traynor, prestante e sportivo manager in carriera che dopo un incidente è costretto alla sedia a rotelle e Louisa Clark, ragazza sbarazzina e poco ambiziosa che vive in un paesino della provincia inglese. I due entreranno l’uno nella vita dell’altra quando Lou verrà assunta per badare a Will e riuscire a fargli ritrovare la gioia di vivere persa con il brutto incidente.

Io prima di te, una storia dal tema delicato

Bisognerà attendere settembre 2016 per vedere la versione italiana del film Io prima di te. La drammatica e romantica pellicola distribuita dalla Warner Bros è però già uscita in questi giorni in America e in Inghilterra riscuotendo un ottimo successo. Del resto c’era da aspettarselo perché il romanzo di Jojo Moyes, pubblicato nel 2012 con il titolo originale “Me before you” e da cui è tratto il film, in poco tempo è diventato uno dei romanzi più letti grazie alla trama che non si limita a raccontare la solita storia d’amore, ma va a toccare un delicato tema come quello della morte assistita a cui il protagonista Will vuole appellarsi per mettere fine ad una vita che non gli appartiene più. La struttura Dignitas citata nel film infatti, esiste realmente ed ha in Svizzera la sua sede principale. La Moyes ha poi dichiarato di essersi ispirata, per il personaggio di Will Traynor, a persone vicine a lei che necessitavano di assistenza 24 ore su 24 per far fronte alle loro disabilità, mentre la scelta decisiva di scrivere questa storia è arrivata dopo aver sentito alla radio di uno sportivo diventato tetraplegico in seguito ad un incidente e che per questo aveva richiesto di porre fine alla sua vita.

Io prima di te, alcune curiosità sul film

Solitamente quando si vede la trasposizione cinematografica di un libro si rimane sempre un po’ delusi, bisogna ammetterlo. Tante parti vengono tagliate e i personaggi spesso non corrispondono a quanto ci si era immaginato leggendo la loro storia sulla carta. Con il film Io prima di te però questo non succede perchè, esattamente come il libro, la storia è in grado di appassionare il pubblico, di commuoverlo e guidarlo sino alla fine. La stessa Emilia Clarke ha confessato di essersi innamorata da subito del suo personaggio che ha trovato davvero affine a se stessa, anche nel modo di vestire. Salta infatti subito agli occhi del pubblico il bizzarro modo in cui Lou ama vestirsi, con le sue gonne colorate, le sue scarpe stravaganti quanto, se non più, delle sue calze. L’attrice ha rivelato che spesso arrivando sul set le è capitato che pensassero fosse già vestita per girare, mentre ciò che indossava erano realmente i suoi vestiti e non quelli del suo personaggio. Un’incredibile affinità che certamente ha contribuito al fatto che riuscisse ad interpretare in modo così profondo la protagonista Louisa. Dal canto suo l’affascinante Sam Claflin ha dovuto sottoporsi a non pochi sacrifici per rendere il più verosimile possibile il suo personaggio. L’attore ha spiegato di aver lavorato sodo sul suo fisico per interpretare Will prima dell’incidente, sedute in palestra giornaliere e una dieta ferrea sono servite a far risaltare al meglio i suoi muscoli. Per la seconda parte del film invece ha dovuto perdere diversi chili, proprio per far notare al pubblico la differenza, anche fisica, indotta dall’incidente di cui il suo personaggio è stato vittima. Un film che nasce davvero sotto la migliore stella, non resta dunque che attendere settembre!

 

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *